Kumazzz

Mod Aides
  • Content count

    15,774
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    412

Kumazzz last won the day on June 20

Kumazzz had the most liked content!

Community Reputation

9,941 Excellent

About Kumazzz

  • Rank
    Eriko えり子 from Japan
  • Birthday 03/22/1958

Profile Information

  • Gender
    Female
  • Location
    Choshi, Japan
  • Occupation
    MIKA researcher

Social Media

Recent Profile Visitors

1,524 profile views
  1. posting again two parts of " Cro Pappageno " from Stasera Casa Mika 2016 Bologna: il Coro Papageno raiplay Bologna-il-Coro-Papageno Mika e il coro Papageno - Ave Verum Corpus raiplay Ave-Verum-Corpus
  2. Rai Replay http://www.raiplay.it/video/2017/06/Shalom-La-musica-viene-da-dentro-Viaggio-nel-Coro-Papageno-7a161b29-c807-4664-aee9-6e2161004648.html It's available in Italy only.
  3. it's rumors... ici Paris pressreader.com PDF file ( page 24 ) Ici_Paris_-_21_au_27_Juin_2017_.pdf 21 Jun 2017 THE VOICE Pokora et Mika sur le départ ? Les rumeurs ne cessent de circuler autour de The Voice. La production de TF1 aurait décidé de se séparer de plusieurs de ses coachs. « Matt Pokora n’a pas su prendre la place qu’il devait dans le show. Et même si Lisandro a raflé la mise, Matt n’a pas suffisamment brillé aux yeux des professionnels du petit écran », confie une source du programme. La chaîne est surtout inquiète d’une baisse significative d’audiences qu’elle espère faire remonter avec un autre chanteur bien connu : Christophe Maé, pressenti, après Maître Gims, pour le remplacer lors de la prochaine saison. Matt Pokora n’est pas le seul à devenir indésirable. Mika, dans l’émission depuis la saison 3, serait aussi sur la sellette. Jugé trop « capricieux », « moins exposé que ses pairs », il pourrait laisser son convoité fauteuil à Vianney, Nolwenn Leroy, ou encore Calogero.
  4. 10:05 - 11:10 AM ( 65 min ) Shalom! La musica viene da dentro - Viaggio nel Coro Papageno 1^ Visione Assoluta
  5. An article about the film "Shalom !" Corriere di Bologna 17 Giugno 2017 PDF file ( page 15 ) Corriere di Bologna 17 Giugno 2017-page15.pdf Le voci di «Shalom!» storie del Coro Papageno Domani in anteprima il documentario di Enza Negroni L’idea il Coro Papageno è nato nel 2011 all’interno della casa circondariale della Dozza, da un’idea di Claudio Abbado La regista Enza Negroni ne ha seguito le vicende e le esibizioni Nell’aula solenne del Senato si esibisce il Coro Papageno, nato nel 2011 all’interno della casa circondariale della Dozza, da un’idea di Claudio Abbado. Non ci sono tutti. Alcuni membri del coro, quelli con condanne particolarmente pesanti, sono restati a Bologna. E seguono su uno schermo la diretta dell’esibizione, nervosi e partecipi, canticchiando a mezza voce i brani dei loro compagni diretti dal maestro Michele Napolitano. Il filo di tensione che li unisce è raccontato da un intenso montaggio nel film Shalom! La musica viene da dentro. Viaggio nel Coro Papageno di Enza Negroni, che a Bologna si potrà vedere domani sera, in anteprima mondiale, alle 20.30 al cinema Arlecchino di via Lame, a conclusione del Biografilm. Prodotto da Proposta Video di Valeria Consolo, in collaborazione con associazione Mozart14 e con il contributo di Film Commission Emilia-Romagna, il film approderà anche in tv, mercoledì alle 10 su Rai3 e sabato 24 alle 12.25 su Rai5. Prima di uscire anche in homevideo, in un cofanetto che conterrà anche un booklet con vari contributi. Compreso, ricorda Alessandra Abbado, quello del presidente del Senato Pietro Grasso. I 60 minuti raccontano un’attività complessa, ma che ha segnato tutti i detenuti che vi hanno partecipato. Come raccontano loro stessi, aggrappati a ore di prove che uniscono, piuttosto che dividere, storie, provenienze e culture così diverse. In attesa del concerto finale, aperto al pubblico, che ci sarà proprio oggi, già soldout, alla Dozza. Lì dove Enza Negroni aveva già girato La prima meta, sulla squadra di rugby formatasi sempre all’interno del carcere. «Rendere visibili storie che diventano esemplari e si innalzano a modelli di convivenza concreta e riuscita», questo il proposito della regista bolognese. Per raccontare il senso di un’esperienza che corre lungo quel filo, «la musica ti cambia la vita», teso da Abbado e continuato da tanti. Volontari esterni compresi, che si aggiungono alla trentina di coristi di venti nazionalità diverse, con un ricambio fisiologico che non intacca la forza della proposta. Nel film il Coro Papageno passa dalla trasmissione con la popstar Mika al concerto in Vaticano con papa Francesco. «Finito il concerto — dice la Negroni — il coro esce da San Pietro e trova, per la prima volta, come tetto il cielo». Lunedì il film sarà proiettato in Senato per la Festa Europea della Musica.
  6. Corriere della Sera Milano – 20 Giugno 2017 PDF file ( page 22 ) Corriere della Sera Milano 20 Giugno 2017-split-merge.pdf FESTIVAL MIX Il festival di cinema gaylesbico ha premiato i registi islandese Gudmundsson e il libanese Chiha. Tributo speciale per il cantante Mika.
  7. MORE pics from the FACEBOOK https://www.facebook.com/pg/FestivalMixMilano/photos/?tab=album&album_id=1325917207463837
  8. RB casting Mika, premio speciale al Festival MIX Milano: tutti i vincitori della 31esima edizione http://www.rbcasting.com/eventi/2017/06/19/ Si è conclusa domenica 18 giugno al Teatro Strehler la 31esima edizione del Festival MIX Milano di Cinema Gaylesbico e Queer Culture con la cerimonia di premiazione durante la quale la direzione artistica ha assegnato un tributo speciale al cantante anglo libanese Mika. Ad aggiudicarsi il premio del Concorso Lungometraggi Heartstone del giovane regista islandese Guðmundur Arnar Guðmundsson, mentre Brothers of the night del filmmaker libanese Patric Chiha vince il Concorso Documentari. La commissione della 31esima edizione del Festival Mix Milano ha deciso di istituire un riconoscimento per ringraziare, a nome del mondo LGBT, chi tra i personaggi appartenenti al mondo dell’arte, cultura, spettacolo nell’ultimo anno si è speso più volte in una pubblica e risonante lotta all’omofobia. E la scelta non poteva che ricadere su una persona come Mika che, in numerose occasioni, ha utilizzato parole semplici ma di forte impatto. Come uno dei suoi ultimi messaggi rivolto a chi è contro tutte le sfumature dell’amore: “niente musica per chi teme l’arcobaleno e tutti i colori del mondo”. Una sintesi perfetta degli ideali di cui da 31 anni il Festival MIX Milano si fa promotore. Si è conclusa domenica 18 giugno al Teatro Strehler la 31esima edizione del Festival MIX Milano di Cinema Gaylesbico e Queer Culture con la cerimonia di premiazione durante la quale la direzione artistica ha assegnato un tributo speciale al cantante anglo libanese Mika. Ad aggiudicarsi il premio del Concorso Lungometraggi Heartstone del giovane regista islandese Guðmundur Arnar Guðmundsson, mentre Brothers of the night del filmmaker libanese Patric Chiha vince il Concorso Documentari. La commissione della 31esima edizione del Festival Mix Milano ha deciso di istituire un riconoscimento per ringraziare, a nome del mondo LGBT, chi tra i personaggi appartenenti al mondo dell’arte, cultura, spettacolo nell’ultimo anno si è speso più volte in una pubblica e risonante lotta all’omofobia. E la scelta non poteva che ricadere su una persona come Mika che, in numerose occasioni, ha utilizzato parole semplici ma di forte impatto. Come uno dei suoi ultimi messaggi rivolto a chi è contro tutte le sfumature dell’amore: “niente musica per chi teme l’arcobaleno e tutti i colori del mondo”. Una sintesi perfetta degli ideali di cui da 31 anni il Festival MIX Milano si fa promotore. Di seguito tutti i film vincitori con le motivazioni. Concorso Lungometraggi La Giuria del 31° Festival MIX Milano – Concorso Lungometraggi, composta da Ivan Cotroneo (Presidente di giuria), Naù Germoglio, Margherita Giacobino, Pina Mandolfo e Maurizio Porro assegna il premio: Miglior Lungometraggio a: HEARTSTONE di Guðmundur Arnar Guðmundsson / Islanda – Danimarca 2016 / 130′ Con la seguente motivazione: Una storia di adolescenza turbata in un paesaggio tumultuoso come quello islandese, partecipato racconto che prenota molte emozioni di amori e disamori che fa andata ritorno fra natura e cultura e i turbamenti di due ragazzi e ragazze alle prese con il grande freddo della storia e della geografia, dell’inesistente famiglia e della promessa di un futuro che comunque non sarà facile. Concorso Documentari La Giuria del 31° Festival MIX Milano – Concorso Documentari, composta da Maria Nadotti (Presidente di Giuria) Luca Monti, Adele Tulli assegna il premio: Miglior Documentario a: BROTHERS OF THE NIGHT di Patric Chiha / Austria 2016 / 88′ Con la seguente motivazione: La giuria documentari premia “Brothers of the night” del regista austriaco-libanese Patrick Chiha. Perchè? Come mai su 10 titoli di cui gli altri nove si pongono il dovere della memoria, della genealogia, della costruzione comunitaria di identità, della creazione di archivi storici omosessuali, questa giuria ha scelto di sbaragliare le sue stesse aspettative? 1. perché Patric Chiha si misura con il linguaggio filmico da “autore”, senza paura di mescolare realtà e finzione. Nelle sue strade notturne, nelle sue luci virate al blu e al rosso, nel suo racconto dei corpi e delle vite aleggiano Douglas Sirk, Fassbinder, Kenneth Anger, Mishima, il nostro Pasolini. 2. perché racconta senza voyeurismo e senza giudicare una storia che aspettava di essere raccontata : la prostituzione di giovani roma bulgari in un locale gay di Vienna. 3. perché ha il coraggio di mettere in scena il desiderio, quello del regista e quello che il suo sguardo suscita nello spettatore e nella spettatrice. 4. perché i fragili/forti personaggi del film non hanno modelli da proporre, non rassicurano e ci ricordano che vivere è correre dei rischi. “Brothers of the night” è un’opera scomoda, uno straordinario film sulla sopravvivenza in tempi in cui ci siamo abituati al nostro comfort e ai nostri privilegi, a non interrogarci su altro. Concorso Cortometraggi La Giuria del 31° Festival MIX Milano – Concorso Cortometraggi, composta da un gruppo di giovani coordinati da Michela Facchinetti – Francesco Bianchi, Nickla Buralli, Sara Carenza, Rebecca Di Bernardino, Mara Gargiulo, Nicole Miglio, Valeriano Musiu, Pasquale Napolitano, Francesco Osmetti, Alessia Rugi, Irene Sambruni, Daniel Cristian Tega – assegna i premi: Miglior Cortometraggio a: MOONLIGHT di Janella Lacson / USA 2014 / 12’ Con la seguente motivazione: Per l’accessibilità del linguaggio, la raffinatezza della regia, il sapiente utilizzo della colonna sonora e le sfaccettature inaspettate della trama. Menzione speciale a: CIPKA (PUSSY) di Renata Gasiorowska / Polonia 2016 / 8’ Con la seguente motivazione: Per il messaggio positivo sull’esplorazione del corpo femminile e la direzione artistica. Menzione speciale a: MUKWANO di Cecilie McNair / Danimarca 2016 / 20’ Con la seguente motivazione: Per i temi sociali attuali stringenti. Premio del Pubblico Il premio per il miglior lungometraggio assegnato direttamente dal pubblico in sala attraverso l’APP ufficiale del Festival Mix Milano 2017, è andato a CENTER OF MY WORLD di Jakob M. Erwa; secondo classificato EXTRA TERRESTRES di Carla Cavina; terzo 1:54 di Yan England. Per maggiori informazioni: www.festivalmixmilano.com - See more at: http://www.rbcasting.com/eventi/2017/06/19/mika-premio-speciale-al-festival-mix-milano-di-cinema-gaylesbico-e-queer-culture-tutti-i-vincitori-della-31esima-edizione/#sthash.IyXBuuLw.dpuf
  9. English translation by Federica‏ Thanks a million Fede !! 31° Festival Mix Milano 2017 - Premiazione di MIKA
  10. @molly10-26 Hello and welcome to the MFC I am Eriko from Japan, have fun and making Mika-friends at here.
  11. TG Lombardia Edizione delle 14.00 andato in onda il 19 giugno 2017 http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/multimedia/ContentItem-58d7838d-aafc-421d-a629-bc66b6518f13.html DIRECT MP4 : http://creativemediax1.rai.it/podcastcdn/TG_regionali/TG_Lombardia/7242374.mp4 @Lucrezia found and sent the link, thank you very much Lu. It's a part of Mix Mlano from the news show. Twitter
  12. BOOM! Stasera Casa Mika: 4 nuove puntate nella stagione 2017/2018 https://www.davidemaggio.it/archives/149755/stasera-casa-mika-nuove-puntate-nella-stagione-2017-2018 Mika è confermato tra i volti di punta di Rai 2 anche per la stagione tv 2017/2018. L’artista libanese, naturalizzato britannico, tornerà con una seconda edizione di Stasera Casa Mika, il varietà che l’ha visto protagonista assoluto sul piccolo schermo nostrano dopo le annate passate dietro al bancone della giuria di X Factor su Sky. Già a gennaio il direttore di rete Ilaria Dalla Tana parlava di Mika come di un “nome certo nel futuro di Rai 2. Con Mika abbiamo firmato per due anni”. Il cantante, poi, ospite di Carlo Conti e Maria De Filippi al Festival di Sanremo, aveva in qualche modo confermato l’intenzione di riproporre il suo show per un altro anno. E così sarà. Stasera Casa Mika tornerà, probabilmente nella prima parte di stagione (la prima edizione è andata in onda da novembre a dicembre 2016), con altre quattro puntate nelle quali lo showman aprirà le porte di ‘casa sua’ ad ospiti ed amici italiani ed internazionali con cui interagire e duettare. Il programma ottenne un discreto successo sul fronte ascolti. La media delle quattro puntate portò Rai 2 all’11.78% di share, con 2.760.000 spettatori. Partito forte, complice anche l’attesa e la curiosità (3.312.000 e il 14.4% per l’esordio del 15 novembre), nel corso delle puntate perse via via consensi, chiudendo il 6 dicembre con valori assoluti a 2 milioni e mezzo e quelli percentuali poco sopra il 10. Archiviato, giocoforza, l’effetto novità, la seconda edizione di Stasera Casa Mika saprà ancora fare breccia nel pubblico di Rai 2?