mari62

Mika in Italian Press 2016

Recommended Posts

http://www.globalist.it/culture/articolo/208195/mika-superlativo-fa-boom-di-ascolti-in-tv.html

 

Mika superlativo, fa boom di ascolti in tv

 

Il talento della popstar e i grandi ospiti, lanciano Stasera Casa Mika. Un format dove musica e intrattenimento funzionano al meglio

 

post-23401-0-38188400-1479345812_thumb.jpg

 

 

Per capire il successo di “Stasera Casa Mika”, trend topic al primo posto su Twitter per tutta la sera e 14% di share con 3milioni e 300mila spettatori, bisogna partire dalla fine del programma. Quando Mika davanti al Teatro Romano di Aosta ha dato vita a un Pigiama party sulle note di “I Will Survive” la celebre hit portata al successo da Gloria Gaynor.


Un’interpretazione travolgente e irresistibile, un concentrato di energia e simpatia, un pezzo di rara efficacia che invitava la gente a casa ad alzarsi dalla poltrona per mettersi a ballare. Ecco, in quella scena che accompagnava i titoli di coda, c’è tutto Mika, il suo entusiasmo per la vita, la sua bravura, la sua sincerità, il suo essere animale da palcoscenico.


“Stasera Casa Mika” insomma ha vinto la prima serata televisiva (partita della Nazionale a parte che in questi casi non fa testo), perché è un one man show ben fatto e ragionato (ne sono autori Tiziana Martinengo, Ivan Cotroneo e Giulio Mazzoleni), che riporta il varietà al centro dell’attenzione secondo ritmi e racconti più attuali, dove anche le coreografie, i colori e i costumi (8 cambi d’abiti disegnati dalla Maison Valentino) hanno avuto un ruolo importante alla riuscita del programma.


Certo, i grandi personaggi ospitati sono stati determinanti. Artisti come Malika Ayane con cui Mika ha intonato il successo internazionale di Pino Donaggio “Io che non vivo”, Francesco Renga con cui ha cantato il suo brano “Happy Ending”, la brava Lp che ha eseguito “Lost of you”, i teen idol Benji & Fede, come anche Pif e Marco Giallini attualmente sulla cresta dell’onda con il suo vicequestore Rocco Schiavone hanno sicuramente contribuito al successo del varietà di Rai2.


Ma sono stati alcuni momenti in particolare che hanno dato la marcia in più al progetto televisivo che ha riportato Mika in prima serata dopo l’esperienza di XFactor. Quando ha incontrato Renzo Arbore con cui ha dato vita a una jam session bellissima al ritmo di swing e simpatia come se fossero amici da sempre, quando ha intervistato Sting, evidenziando l’umanità ad un numero uno internazionale e quando ha ricordato con parole sincere Ugo Tognazzi e il suo film “Il vizietto” con cui nel ’78 “fu sdoganata l’omosessualità”, con il figlio dell’attore Gianmarco e Francesco Montanari.


Ecco, in queste occasioni, che nulla tolgono al Mika “tassinaro” in giro per le città e all’incontro con i ragazzi del Rione Sanità di Napoli, al Mika suggestivo e intenso che canta “Hurst” o che si presta ai siparietti con le sue compagne di viaggio Virginia Raffaele e Sarah Felberbaun, si è potuto apprezzare appieno il Mika artista di razza, capace di coniugare l’intrattenimento allo spettacolo tout court e di rendere le giuste atmosfere ad un nuovo format con il suo talento naturale e perché no, la sua tenerezza, che lo rende una popstar anomala.

Edited by charlie20
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://www.cubemagazine.it/mika-commuove-con-il-monologo-sulle-parole-a-stasera-casa-mika-video/

 

Mika-commuove-con-il-monologo-sulle-paro

 

 

Mika commuove con il monologo sulle parole a Stasera Casa Mika – video

 

Durante la prima puntata di Stasera Casa Mika, in onda su Rai 2 martedì 15 novembre 2016, ci sono stati molti momenti divertenti, intensi e anche commoventi.

Mika commuove con il monologo sulle parole

Uno di questi è stato sicuramente il monologo sulle parole, con cui Mika ha lasciato il pubblico a bocca aperta in un turbinio di pura emozione. Il cantautore di origini libanesi ha iniziato suonando alcune note al pianoforte, mentre ha raccontato a voce ma con grande intensità la sua storia. Come quando da bambino le parole sfuggivano via per colpa della dislessia, oppure come le parole siano un “ponte” tra le persone. Con le parole si può amare, odiare, si comunica tutto e niente. Ma ci sono anche le mani, i sorrisi. Poi è partita Hurts, che Mika ha interpretato insieme a due cori, uno classico di bambini che hanno cantato insieme a lui e il coro delle mani bianche, composto da disabili che hanno accompagnato la canzone con il linguaggio dei segni, a cui ha fatto eco anche Mika. Lo spezzone si è concluso con Mika che ha chiesto silenzio al pubblico e invitando tutti a fare l’applauso del linguaggio dei segni.

 

 

(Thanks to Sabrina Charlie for the video! :) )

 

 

http://www.nostrofiglio.it/news/mika-parla-di-parole-e-dislessia-a-stasera-casa-mika

 

Mika parla di parole e dislessia a "Stasera Casa Mika"

 

mika-stasera-a-casa-mika.600.jpg

 

di Luisa Perego

 

Un monologo sulle parole. Parole che servono ad amare, odiare, a comunicare tutto e niente. Quando era bambino queste parole gli sfuggivano via per colpa della dislessia. E' la confessione di Mika, che ieri sera, nella prima puntata della sua trasmissione Stasera Casa Mika ha lasciato tutti a bocca aperta.

Bravo, bello, simpatico e di talento. Sempre più presente sulle nostre televisioni. Prima come giudice di X Factor, ora con una trasmissione tutta sua, "Stasera Casa Mika", in onda su Rai Due da ieri sera. 

 

E proprio ieri 15 novembre, durante la puntata d'esordio, Mika ha lasciato il pubblico a bocca aperta raccontando la sua storia. Parlando di parole e accompagnandosi al pianoforte.

Da bambino gli sfuggivano di bocca a causa della dislessia. Con le parole si può amare, odiare, comunicare tutto o niente. Le parole sono un "ponte" tra le persone.

Non ci sono solo le parole però. Ci sono anche i sorrisi e le mani.

 

A questo punto del discorso Mika ha intonato la canzone Hurts.

L'ha interpretata insieme a due cori, uno classico di bimbi che ha cantato insieme a lui, e un coro di mani bianche, composto da disabili che lo hanno accompagnato con il linguaggio dei segni.

 

Il pezzo si è concluso con Mika che ha chiesto al pubblico di applaudire nel linguaggio dei segni.

 

Guarda la puntata di ieri sera di Stasera Casa Mika, sul sito di Rai Due.

 

Il discorso di ieri sera di Mika sulle parole:

"Il mio linguaggio è quello della musica. Con le parole ho combattuto, ho fatto la guerra. Specialmente da bambino. Perché ero dislessico. Le lettere scappavano da tutte le parti e io non sapevo metterle in fila. E' per questo che so quanto sono importanti le parole. Le parole sono il nostro modo di conoscere e di farci conoscere. Fanno nascere il dialogo. Formano le storie, Fanno incontrare le persone, le fanno innamorare, le fanno odiare. Le parole fanno scoppiare le guerre e sempre le parole fanno tornare la pace. Sono la nostra merce di scambio con gli altri, la nostra moneta.
A volte ci fanno ridere, a volte ci fanno piangere come stupidi, a volte ci accarezzano come il vento, a volte ci fanno male. Parole gentili come fiori o pesanti come un pugno in faccia.
Bisogna stare molto attenti alle parole, sono potenti, tanto potenti, bisogna usarle con cura, sceglierle una per una.
E quando le parole non ci sono o non ci possono essere perché parliamo lingue differenti o perché non parliamo, ci sono i gesti, i sorrisi, le mani. Le parole sono un ponte, un vecchio ponte pericolante in mezzo a un bosco. Il ponte è lì da tanto tempo, io sono qui, tu sei dall'altra parte e camminiamo piano piano, uno verso l'altro, con le parole, un po' armati un po' indifesi e ci incontriamo."
Edited by charlie20
  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Has it been posted before ?

 

Rai NEWS24

 

Dove c'è libertà c'è casa. Il successo di Mika e della sua idea "romantica" di televisione
 
 
17 novembre 2016
 
Ottimo esordio su Rai2 per Stasera casa Mika che, con 3 milioni e mezzo di spettatori ed uno share del 14,4%, si piazza al secondo posto degli ascolti del prime time della serata di martedì. Un successo che il direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall'Orto, definisce molto importante perché risponde al chiaro bisogno di un'offerta diversa ed innovativa, su cui la Rai vuole contiunuare ad investire.
Sentiamo come è nata l'idea di questo show dal protagonista.
 

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Corriere della Sera – 17 Novembre 2016

http://www.corriere.it/spettacoli/16_novembre_17/magie-luminose-mika-superstar-un-grande-varieta-790cf0e0-ac0f-11e6-b10d-5f5dceb63e51.shtml

 

30946250741_464222b747_o.jpg

 

30918111282_ace1dd13de_o.jpg

 

Le magie luminose di Mika,

superstar per un grande varietà

Mika mette insieme la magia dello showbiz internazionale, i richiami al varietà classico di Antonello Falqui, le tinte sgargianti di una scenografia pop, la retorica naif

 

Varietà, nel duplice significato del genere tv di lunga tradizione (e sporadiche apparizioni recenti) e di una grande quantità di elementi tutti diversi tra loro: non c’è modo migliore di definire «Stasera casa Mika», che già alla prima di quattro serate-evento su Rai2 mette insieme ingredienti per tutti i gusti e la volontà quasi filologica di recuperare (e attualizzare) il passato (martedì, alle 21.10). In questo «piccolo mondo dove tutto è possibile», messo in piedi da Mika e dai coautori Ivan Cotroneo, Tiziana Martinengo e Guido Mazzoleni, ci sono insieme il condominio milanese (pianerottolo e campanello inclusi) e la magia luminosa dello showbiz internazionale, ci sono i costanti richiami al varietà «classico» di Antonello Falqui, le tinte sgargianti di una scenografia pop e sognante e la retorica naif de Il favoloso mondo di Amèlie, ci sono l’impegno sociale e il trionfo della musica.

 

Mika regge sulle spalle l’intero programma, muovendosi con destrezza e sincero trasporto lungo una scaletta cesellata in ogni dettaglio, dove la scrittura non lascia nulla al caso, in un vorticoso susseguirsi di attrazioni, numeri comici e musicali, storie e battute. Lo aiutano la «coinquilina» Sarah Felberbaum e la vicina di casa Paola, interpretata da Virginia Raffaele, oltre alla folla di ospiti, da Sting a Renzo Arbore, da Pif a Francesco Renga, dall’apertura con Malika Ayane alla chiusura «nel lettone» con Benji e Fede. Certo ci sono piccole sbavature: il ritmo si affievolisce con il procedere di una serata fin troppo lunga, e serve una certa sospensione dell’incredulità per accettare come verosimili i ricordi di Mika sull’«altra tv» di Arbore o su Tognazzi. Ma la ricchezza dello show, la cura produttiva, la conduzione appassionata e un riuscito impasto di nostalgia e attualità compensano ampiamente. E dimostrano che a volte, per essere moderni, è sufficiente tornare alle origini. Basta farlo bene.

 

30946281021_c82ef05e2a_o.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

I'm so so so happy  :fangurl:

Congrats to Mika  :wub:  he deserves it so much :clap::cheer:

 

:) I understand from your reaction, and all the "likes", that the Italian media was pleased with the MIKA show :teehee:   Can I ask: what did they say, in just some few words !? :wink2:   

 

Love, love

me

Edited by mamiam
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

http://video.tvzap.kataweb.it/replay-tv/renzo-arbore-mika-adorabile-e-colto-la-forza-e-nel-suo-sorriso/9182/9229

 

Renzo Arbore: "Mika, adorabile e colto. La forza è nel suo sorriso"

 

"Una trasmissione anomala nel panorama italiano, segno che un'altra televisione è possibile" il giorno dopo il debutto di Mika, che ha registrato ottimi ascolti con il 14,4% di share, Renzo Arbore commenta con entusiasmo la sua partecipazione:"La musica è consolatrice, non è vero che non fa ascolti - osserva - Le facce che si vedono in televisione non hanno quella potenza lì, Mika buca, c'è bisogno di sorriso: ha recuperato il varietà televisivo che noi abbiamo inventato con un sapore internazionale, è un buon segno"

 

  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

TV zap

http://video.tvzap.kataweb.it/replay-tv/stasera-casamika-francesco-renga-nel-backstage-dello-show-di-rai2/9165/9212

 

15 novembre 2016

Stasera CasaMika: Francesco Renga nel backstage dello show di Rai2

 

Francesco Renga, tra gli ospiti di Stasera CasaMika che debutta martedì 15 novembre alle 21.10 su Rai2, ci porta nel backstage del varietà dell'artista britannico. 'E' una persona trasparente e pulita, oltre che un grande artista', afferma il cantante bresciano che si esibirà sul palco con Mika e presenterà in anteprima il singolo 'Migliore', tratto dall'ultimo album 'Scriverò il tuo nome'.

 

VIDEO file : stasera-casamika-francesco-renga-nel-backstage-dello-show-di-rai2.mp4

 

 

TV zap

http://video.tvzap.kataweb.it/replay-tv/renzo-arbore-mika-adorabile-e-colto-la-forza-e-nel-suo-sorriso/9182/9229

 

16 novembre 2016

Renzo Arbore: "Mika, adorabile e colto. La forza è nel suo sorriso"

 

"Una trasmissione anomala nel panorama italiano, segno che un'altra televisione è possibile" il giorno dopo il debutto di Mika, che ha registrato ottimi ascolti con il 14,4% di share, Renzo Arbore commenta con entusiasmo la sua partecipazione:"La musica è consolatrice, non è vero che non fa ascolti - osserva - Le facce che si vedono in televisione non hanno quella potenza lì, Mika buca, c'è bisogno di sorriso: ha recuperato il varietà televisivo che noi abbiamo inventato con un sapore internazionale, è un buon segno"

 

VIDEO file : renzo-arbore-mika-adorabile-e-colto-la-forza-e-nel-suo-sorriso.mp4

 

Edited by Kumazzz
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rai NEWS24

 

La forza della musica tra Sting e Ligabue

http://www.rainews.it/dl/rainews/media/Tuttifrutti-matera-Sting-Ligabue-99b16b3e-a510-4ead-bf3d-e9f120ac3baf.html

 

Sting interview and a part of "Hurt" Stasera Casa Mika episode-1.

 

YouTube is blocked.

 

VK : 2016.11.18 Rai NEWS24 : Sting interview / Casa Mika "Hurt"

Edited by Kumazzz
  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

This afternoon on TV TALK on Rai3 we talked about "Casa Mika".... Maybe Mika will be guest in that broadcast! ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Share this post


Link to post
Share on other sites

Has this interview video been posted to here before ?

 

Il Gionale.it

http://www.ilgiornale.it/video/spettacoli/nuovo-programma-mika-1327208.html

 

Il nuovo programma di Mika in tv
Paolo Giordano Ven, 04/11/2016 - 13:57
 

La popstar Mika risponde alle domande di Paolo Giordano sul suo nuovo one-man-show, "Stasera Casa Mika", in onda su Raidue da martedì 15 novembre

 

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

La Stampa

 

22/11/2016 - VIDEO
 

http://www.lastampa.it/2016/11/22/multimedia/spettacoli/morgan-ospite-a-stasera-casa-mika-io-e-lui-ci-comprendiamo-a-vicenda-AHxmWGlIILBIAGfFc5mxSJ/pagina.html

Morgan ospite a “Stasera casa Mika” “Io e lui ci comprendiamo a vicenda”

 

Secondo appuntamento con Stasera casa Mika lo show di Rai2 in onda al martedì alle 21,20.

Mika apre nuovamente le porte della sua casa insieme alla sua coinquilina speciale, Sarah Felberbaum, e con la partecipazione straordinaria di Virginia Raffaele.

Ospite di questa puntata, tra gli altri, il cantante Morgan che si esibisce con lui in un particolare duetto come anticipato in questa intervista.

 

Edited by Kumazzz
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

TV Zap

http://tvzap.kataweb.it/news/185011/stasera-casa-mika-il-22-novembre-con-emma-e-luca-zingaretti/

 

Stasera Casa Mika, il 22 novembre con Emma e Luca Zingaretti

 

post-18723-0-25392200-1479815784_thumb.jpg

 

21 nobembre 2016

 

https://youtu.be/pIv1ji4-Sic

 

 

Nella seconda puntata in onda martedì alle 21.20 su Rai2 anche Monica Bellucci, Raphael Gualazzi e Morgan saranno ospiti del cantante di Grace Kelly

 

A Stasera casa Mika arrivano, tra gli altri, Emma e Luca Zingaretti. Nel secondo appuntamento dello show di Rai2 in onda martedì 22 novembre alle 21.20Mika apre nuovamente le porte della sua casa insieme alla coinquilina speciale Sarah Felberbaum e con la partecipazione straordinaria di Virginia Raffaele.

 

Per la seconda puntata del suo one man show Mika accoglie nuovi grandi nomi dello spettacolo, a partire da una delle più affascinanti stelle del cinema italiano nel mondo: Monica Bellucci. Oltre a lei anche Luca Zingaretti e, per quel che riguarda la musica, Emma, Morgan, Raphael Gualazzi, Michele Bravi e Joan Thiele. Inoltre, uno speciale ricordo personale al premio Nobel Dario Fo e al suo modo visionario e allegro di guardare il mondo.

Mika racconta l’Italia anche attraverso gli speciali incontri che ha realizzato viaggiando tra il nord e il sud del Paese, isole comprese. Esperienze che gli hanno consentito di conoscere meglio l’Italia e gli italiani, arricchendo lo show di spunti di riflessione utili e divertenti. Nelle vesti di tassista si mette alla prova con il traffico napoletano, giungendo anche stavolta a sorpresa a prelevare i clienti del servizio taxi, ignari di trovare proprio lui come conducente del mezzo.

 

Spazio anche per una nuova storia positiva, in cui la musica è diventata un elemento di salvezza. È quella della Banda Rulli Frulli di Finale Emilia (MO), una marching band che conta ben settanta membri tra bambine, bambini, adolescenti e giovani, di cui alcuni diversamente abili. Un gruppo che fa della condivisione il suo spirito fondante attraverso lo studio e la pratica della musica e la manualità, grazie ai laboratori di costruzione di strumenti con materiali di scarto, puntando al massimo coinvolgimento di tutti.

 

In chiusura il pigiama party notturno “sotto la pioggia” organizzato a Bergamo per registrare la sigla finale dello show. Come sempre, non mancano le sorprese e i grandi successi canori di Mika.

 

post-18723-0-87055500-1479816061_thumb.jpg

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

It has been posted. :wink2:

Vanity Fair

http://www.vanityfair.it/show/tv/16/11/15/stasera-casa-mika-raidue-programma-tv-intervista

 

15.11.2016

 

 

Stasera Casa Mika: «Dimenticatevi di X Factor»

 

Un varietà in piena regola, o quasi, che mescola musica, ospiti, sketch, performance ed “esterne”. Parte il 15 novembre su Raidue il primo one man show di Mika. Che in questa videointervista promette di farcene vedere davvero delle belle... 

 

«Stasera Casa Mika è la storia di incontro: quello di Mika con l'Italia e di Mika con Raidue. Ho subito avvertito che c'era in lui un modello familiare di fare televisione, ma lanciato nella contemporaneità. È la magia della tv: ci voleva giovane talento anglo-libanese per tornare a far rispondere l'idea del varietà nella sua accezione più nobile». La direttrice di Raidue Ilaria Dallatana non ha dubbi: lo show di Mika, in onda dal 15 novembre su Raidue in prima serata, è destinato a riportare in auge la (grande) tradizione.

 

Un varietà in piena regola, o quasi, che mescola musica, ospiti, sketch, performance ed “esterne”. Come quelle di Mika in giro per l'Italia a bordo di un taxi. «Ho preso la licenza temporanea, ma una licenza vera!», racconta il cantante/conduttore. «Come tassista dovevo caricare tutti, fare le code, dare le ricevute. Ho girato tanto per molte città, anche se voi vedrete solo 5-6 minuti di ognuna...». L'esperienza più impegnativa, Napoli («Sono stati i giorni più stressanti dei miei trent'anni!»). La più divertente, Catania («E' entrata una signora anziana, ho detto “Piacere io sono Mika”, e lei: “Io sono Baronessa”»).

 

La casa di Mika - così irriverente, vivace, colorata, orgogliosamente pop - non è una sitcom ma una «rappresentazione dell'idea di casa. Fantastica e un po' folle», dice.

Lui sarà il gran cerimoniere, assistito dalla coinquilina Sarah Felberbaum, ospite fisso di ogni puntata, e dalla vicina Virginia Raffaele, che irromperà sulla scena con la sua verve. E poi gli invitati, tanti, «che vengono per la prima volta a presentarsi in maniera divertente, da Monica Bellucci a Bernardo Bertolucci (si parte stasera con Sting e Francesco Renga, ndr)». «Una prima persona che volevo era Dario Fo», ha ammesso Mika. «Negli ultimi mesi ci siamo visti una volta a settimana per tre ore e abbiamo sviluppato una cosa “assurda” insieme, un dialogo in una casa durante il diluvio universale. Tutto è nato da lì: Fo non c'è però è come se ci sarà».
 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gazetta di Modena

  http://gazzettadimodena.gelocal.it/tempo-libero/2016/11/22/news/la-banda-rulli-frulli-a-stasera-casa-mika-1.14454394

 

22 novembre, 2016

 

La Banda Rulli Frulli a “Stasera Casa Mika”

 

post-18723-0-59084300-1479950468_thumb.jpg

 

I 63 ragazzi di Finale che suonano strumenti realizzati con materiali di recupero sono stati selezionati tra duecento band italiane di Valentina Corsini

 

 

FINALE EMILIA. «Tanti importanti musicisti sono passati di qua, ma in quarant’anni di lavoro non mi ricordo di aver assistito a niente del genere. Dal vostro progetto si evincono componenti culturali, sociali ed artistiche, che si mescolano in modo indissolubile a formare un messaggio di una forza assolutamente straordinaria, nel quale scindere le singole parti è praticamente impossibile. È stato davvero emozionante vedervi». Basterebbero le parole di elogio di Pietro Grignani, direttore del Centro di produzione Rai di via Mecenate a Milano, per capire la portata dell’ennesimo successo, forse il più prestigioso, raggiunto dalla Banda Rulli Frulli di Finale Emilia, nata nel 2010 all’interno della Fondazione Scuola di Musica Carlo e Guglielmo Andreoli di Mirandola. Dopo sei anni di attività costellati da innumerevoli soddisfazioni raccolte in giro per il Bel Paese, l’ultima al concerto del primo maggio a Roma, è arrivato per loro il traguardo più ambito quanto inaspettato targato Rai.

 

I 63 ragazzi di tutte le età che suonano strumenti realizzati da loro con materiali di recupero - capitanati dal direttore Federico Alberghini, coadiuvato dalla collaborazione di tre validi insegnanti come Sara Setti, Marco Golinelli e Federico Bocchi - sono approdati nel nuovo e sfavillante programma tv condotto da Mika - Stasera Casa Mika - quali protagonisti della seconda puntata dello show su Rai Due. Un colpo da novanta quello messo a segno dai Rulli Frulli, che sono stati selezionati dalla produzione del format e dalla stessa star internazionale, tra ben 200 band italiane.

 

 

Una puntata che si preannuncia caldissima, quanto memorabile, come si intuisce dalla viva voce di un più che elettrizzato Federico Alberghini. «Quaranta minuti di adrenalina pura, in cui lo speaker, prima dell’inizio ufficiale dello show, ha caricato il pubblico in studio mentre noi eravamo già posizionati sul palco in attesa di esibirci - racconta “il capitano”, come viene affettuosamente chiamato dai suoi ragazzi - e poi finalmente, tra gli applausi, ha fatto il suo ingresso in scena Mika, che ha spiegato innanzitutto chi eravamo, prima di lanciare il video realizzato più di due mesi fa a Manitese, il nostro quartier generale a Finale, quando lui e tutta la troupe del programma sono venuti per conoscerci. Un batticuore unico sentire una star del suo calibro che, in macchina mentre sorpassa un trattore in strada per arrivare da noi, dice: “Sto andando a trovare una Banda un po’ particolare, che suona strumenti realizzati con materiali di recupero, in un piccolo paese colpito dal terremoto che si chiama Finale Emilia”. Dopo c’è stata l’esibizione insieme a lui su “L’Ombelico del mondo” di Jovanotti che è stata pazzesca e carichissima, mentre sullo schermo venivano proiettate delle grafiche raffiguranti i visi dei ragazzi e disegnate dal nostro amico Michele Bernardi. In seguito ha scambiato due parole con me sul sisma che ci ha colpiti quattro anni fa, prima di un gran finale assolutamente magico che ci ha commossi tutti…».

 

Perché realizzare il sogno di un bambino, facendogli vivere un’emozione che ricorderà per tutta la vita, non ha prezzo. Tanto più se a farlo è un artista di fama mondiale, che ha dimostrato però quanto anche i cosiddetti “grandi” sappiano conservare, nonostante la popolarità, due doti fondamentali: sensibilità e umiltà.

 

«Due anni fa, Federico, un giovane componente della Banda rimasto particolarmente colpito da Mika quando era giudice a X Factor, ha detto a me e a Marco Golinelli: “Gli ho scritto una lettera in cui lo invito a mangiare i tortellini a casa di mia nonna” - riprende Alberghini, sorridendo divertito - immaginatevi quindi i brividi che ha provato Fede quando Mika, dopo averlo chiamato a suonare il timpano insieme a lui durante la nostra esibizione, alla fine si è inginocchiato dicendogli: “Mi hanno raccontato una storia bellissima, in cui tu mi invitavi a venire a casa tua e io allora ho pensato di invitarti qui da me a Casa Mika”. Dopo venti minuti di palco, tra video, performance e chiacchiere con lui, una sorpresa del genere è impagabile. Quello che ci è capitato non si può che definire così: una “bomba” di emozioni».

 

RaiPlay VIDEO : http://www.raiplay.it/raiplay/video/2016/11/Mika-e-la-Banda-Rulli-Frulli-c5a4e355-c872-4823-9312-d33955f52fae.html

 

 

 

 

 

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Focus Junior

a-stasera-casa-mika-si-parla-di-dislessia

 

A Stasera Casa Mika si parla di dislessia!

 

 

L'importanza delle parole. Parole che servono ad amare, odiare, comunicare. Che ci fanno piangere o ridere, che ci fanno litigare. Parole importanti. Con le quali Mika ha combattuto, specialmente da bambino, perché era dislessico. La sua confessione durante la puntata di ieri a Stasera Casa Mika.

Vi piace Mika?

Se lo seguivate come giudice di X Factor non vi potete perdere un programma tutto suo, in onda su Rai Due da ieri sera. Stiamo parlando di Stasera Casa Mika.

 

Proprio ieri, durante la sua prima puntata, ha parlato di parole e di un problema con il quale ha combattuto da bambino, la dislessia.

 

"Le parole scappavano da tutte le parti e io non sapevo metterle in fila"

 

Mika, accompagnato dalle note del pianoforte, ha raccontato a tutti la sua storia. Fin da piccolo ha combattuto con le parole, "ha fatto la guerra". Perché era dislessico. Le lettere scappavano da tutte le parti e lui non riusciva a metterle in fila. Per questo motivo sa quanto sono importanti.

 

Con le parole si possono fare tante cose: si può amare, odiare, fare la guerra, comunicare. Le parole sono un "ponte" tra le persone. Non ci sono però solo loro. Ci sono anche i sorrisi e le mani.

 

A questo punto del discorso, Mika ha intonato la canzone Hurts e si è fatto accompagnare da un coro di bimbi e da un altro che ha cantato con il linguaggio dei segni.

 

Guarda la puntata di ieri sera di Stasera Casa Mika, sul sito di Rai Due

 

Il discorso di ieri sera di Mika sulle parole

 

"Il mio linguaggio è quello della musica. Con le parole ho combattuto, ho fatto la guerra. Specialmente da bambino. Perché ero dislessico. Le lettere scappavano da tutte le parti e io non sapevo metterle in fila. E' per questo che so quanto sono importanti le parole. Le parole sono il nostro modo di conoscere e di farci conoscere. Fanno nascere il dialogo. Formano le storie, Fanno incontrare le persone, le fanno innamorare, le fanno odiare.

 

Le parole fanno scoppiare le guerre e sempre le parole fanno tornare la pace. Sono la nostra merce di scambio con gli altri, la nostra moneta. A volte ci fanno ridere, a volte ci fanno piangere come stupidi, a volte ci accarezzano come il vento, a volte ci fanno male. Parole gentili come fiori o pesanti come un pugno in faccia. Bisogna stare molto attenti alle parole, sono potenti, tanto potenti, bisogna usarle con cura, sceglierle una per una. E quando le parole non ci sono o non ci possono essere perché parliamo lingue differenti o perché non parliamo, ci sono i gesti, i sorrisi, le mani.

 

Le parole sono un ponte, un vecchio ponte pericolante in mezzo a un bosco. Il ponte è lì da tanto tempo, io sono qui, tu sei dall'altra parte e camminiamo piano piano, uno verso l'altro, con le parole, un po' armati un po' indifesi e ci incontriamo."

 

post-18723-0-18064700-1479984869_thumb.jpg

post-18723-0-10894500-1479984882_thumb.jpg

Edited by Kumazzz
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il Messaggero

 

http://video.ilmessaggero.it/spettacoli/mika_da_bambino_ero_dislessico_monologo_sulle_parole_ha_incantato_pubblico-2086119.html

 

Mika: "Da bambino ero dislessico" il monologo sulle parole che ha incantato il pubblico

 

"Il mio linguaggio è quello della musica. Con le parole ho combattuto, ho fatto la guerra specialmente da bambino perché ero dislessico".
Inizia così il commovente monologo che ieri sera Mika ha recitanto in prima serata durante il suo show "Stasera Casa Mika".
Una confessione in cui sottolinea l'importanza delle parole " Le parole sono il nostro modo di conoscere e di farci conoscere - dice il cantante libanese - Bisogna stare molto attenti , sono potenti, bisogna usarle con cura.
E quando le parole non ci sono o non ci possono essere perché parliamo lingue differenti... o perché non parliamo, ci sono i gesti. I Sorrisi. Le mani
."

Emozione pura, pubblico in silenzio, occhi spalancati, poi si è seduto al piano ed è partita "Hurts", che Mika ha interpretato insieme a due cori, il primo, classico, con i bambini che hanno cantato insieme a lui e il secondo formato dal coro delle "mani bianche", che hanno accompagnato la canzone con il linguaggio dei segni, a cui ha fatto eco anche Mika.

La performance termina con Mika che invita il pubblico ad applaudire come si fa nel linguaggio dei segni: braccia in alto e mani che vibrano.  Lo show targato rai ha riscontrato un grande successo di pubblico con 3 milioni 312 mila telespettatori e share 14.4%. e hashtag #casaMika al primo posto in Italia per tutta la durata del programma  e ai primissimi posti delle tendenze mondiali.

 

Translation by Google

 

 

Mika: "As a child I was dyslexic," the monologue on the words that enchanted the audience

 

 

"My language is that of music. With the words I fought, I fought in the war, especially as a child because I was dyslexic."

Thus began the moving monologue last night Mika reciting prime time on his show "Stasera Casa Mika".

A confession in which emphasizes the importance of words

"Words are the way we know and let us know - says the Lebanese singer - must be very careful, they are powerful, we must use them with care.
And when words are not or there may not be because we speak different languages ​​... or why we do not talk, there are gestures. Smiles. The hands."

pure emotion, the public silent, wide-eyed, then sat on the floor and started "Hurts," which Mika has starred in two choirs, the first, classic, with children who sang with him and the second format the chorus of "mani bianche ( white hands )", which accompanied the song with sign language, which also echoed Mika.

The performance ends with Mika who invites the audience to applaud as you do in sign language: arms up and hands are still trembling. The show weblog rai has encountered a great success with 3 million 312 thousand viewers and 14.4% share. and hashtag #casaMika in first place in Italy for the duration of the program and the top places of the world trends.

 

 

 

 

The Message Video with English subtitles ( thanks a million Subtitling Team )

 

You may watch a whole of "Srasera Casa Mika" episode-1 with English subtitles at here password ( Underwater )

Edited by Kumazzz
adding the translation
  • Like 4

Share this post


Link to post
Share on other sites

Focus Junior

a-stasera-casa-mika-si-parla-di-dislessia

 

A Stasera Casa Mika si parla di dislessia!

 

 

L'importanza delle parole. Parole che servono ad amare, odiare, comunicare. Che ci fanno piangere o ridere, che ci fanno litigare. Parole importanti. Con le quali Mika ha combattuto, specialmente da bambino, perché era dislessico. La sua confessione durante la puntata di ieri a Stasera Casa Mika.

Vi piace Mika?

Se lo seguivate come giudice di X Factor non vi potete perdere un programma tutto suo, in onda su Rai Due da ieri sera. Stiamo parlando di Stasera Casa Mika.

 

Proprio ieri, durante la sua prima puntata, ha parlato di parole e di un problema con il quale ha combattuto da bambino, la dislessia.

 

"Le parole scappavano da tutte le parti e io non sapevo metterle in fila"

 

Mika, accompagnato dalle note del pianoforte, ha raccontato a tutti la sua storia. Fin da piccolo ha combattuto con le parole, "ha fatto la guerra". Perché era dislessico. Le lettere scappavano da tutte le parti e lui non riusciva a metterle in fila. Per questo motivo sa quanto sono importanti.

 

Con le parole si possono fare tante cose: si può amare, odiare, fare la guerra, comunicare. Le parole sono un "ponte" tra le persone. Non ci sono però solo loro. Ci sono anche i sorrisi e le mani.

 

A questo punto del discorso, Mika ha intonato la canzone Hurts e si è fatto accompagnare da un coro di bimbi e da un altro che ha cantato con il linguaggio dei segni.

 

Guarda la puntata di ieri sera di Stasera Casa Mika, sul sito di Rai Due

 

Il discorso di ieri sera di Mika sulle parole

 

"Il mio linguaggio è quello della musica. Con le parole ho combattuto, ho fatto la guerra. Specialmente da bambino. Perché ero dislessico. Le lettere scappavano da tutte le parti e io non sapevo metterle in fila. E' per questo che so quanto sono importanti le parole. Le parole sono il nostro modo di conoscere e di farci conoscere. Fanno nascere il dialogo. Formano le storie, Fanno incontrare le persone, le fanno innamorare, le fanno odiare.

 

Le parole fanno scoppiare le guerre e sempre le parole fanno tornare la pace. Sono la nostra merce di scambio con gli altri, la nostra moneta. A volte ci fanno ridere, a volte ci fanno piangere come stupidi, a volte ci accarezzano come il vento, a volte ci fanno male. Parole gentili come fiori o pesanti come un pugno in faccia. Bisogna stare molto attenti alle parole, sono potenti, tanto potenti, bisogna usarle con cura, sceglierle una per una. E quando le parole non ci sono o non ci possono essere perché parliamo lingue differenti o perché non parliamo, ci sono i gesti, i sorrisi, le mani.

 

Le parole sono un ponte, un vecchio ponte pericolante in mezzo a un bosco. Il ponte è lì da tanto tempo, io sono qui, tu sei dall'altra parte e camminiamo piano piano, uno verso l'altro, con le parole, un po' armati un po' indifesi e ci incontriamo."

 

attachicon.gifstasera-mika.jpg

attachicon.gifmika_02.jpg

 

:thumb_yello:  Lucky kids, getting a private piano lesson with MIKA...  :wub:

 

Love, love

me

Edited by Kumazzz
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.