Valmont69

MFC Italia - ITALIAN THREAD 2018

Recommended Posts

Speriamo di poter venire wow ūüė≤ non vedo l‚Äôora ūüĎčūüŹĽūüĎčūüŹĽ

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno e buona domenica a tutti! :bye:

 

Nel caso in cui non l'aveste ancora visto, ecco uno stralcio dell'intervista che andrà in onda il 6 novembre alle ore 21, su France 4 TV:

 

 

√ą sempre "un colpo al cuore"¬†sentirgli raccontare gli episodi della sua infanzia in cui veniva bullizzato, ma √® un messaggio molto importante da trasmettere e un bell'esempio di rivalsa da seguire.¬†

 

‚̧

 

  • Like 3
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 10/30/2018 at 12:43 PM, Gabry74 said:

Mika sarà ospite al Vanity Fair Stories il 24/25 Novembre a Milano! :toot:

A breve tutti i dettagli e ne stiamo parlando anche qui:

 

 

 

Wow grande, veramente una bella notizia,se far√† un intervento tipo Firenze sar√† una bella occasione per rivederlo e sentirlo raccontare un qualcosa di s√©!!ūü§Ēūüíě

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno! :)

 

Vi ricordo l'appuntamento di questa sera con l'intervista di Mika, su France 4 TV, alle ore 21.

 

Tre possibili streaming per poterlo seguire in diretta:

 

https://t.co/9XvE284GSd

 

https://t.co/cLt4YZ7TSF

 

https://www.stream4free.live/france-4

 

Buona visione! :bye:

 

 

20181102_204905.jpg

  • Like 2
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 hours ago, Gabry74 said:

Buongiorno! :)

 

Vi ricordo l'appuntamento di questa sera con l'intervista di Mika, su France 4 TV, alle ore 21.

 

Tre possibili streaming per poterlo seguire in diretta:

 

https://t.co/9XvE284GSd

 

https://t.co/cLt4YZ7TSF

 

https://www.stream4free.live/france-4

 

Buona visione! :bye:

 

 

20181102_204905.jpg

Argomento tristissimo.e ahim√® di grande attualit√†....sentirlo e vederlo raccontare ci√≤ che gli √® successo fa capire quanto ha sofferto e ancora soffre se vogliamo dire cos√¨....nonostante ci√≤ la sua testimonianza pu√≤ essere preziosa e sopratutto di grande esempio per gli adolescenti che stanno vivendo questo dramma a denunciare le violenze subite e a non arrendersi MAI...‚úĆ‚úĆ

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si @CristinaC., ci√≤ che ha passato, lo ha segnato per tutta la vita. √ą stato fortunato ad avere una famiglia che lo ha supportato e grazie a loro e alla musica √® riuscito a trasformare la negativit√† dei¬†periodi in cui veniva bullizzato in positivit√†. √ą palese che ancora oggi soffra quando lo racconta, ma √® molto importante che lo continui a fare, perch√© √® un ottimo esempio da seguire per chi si trova nella sua stessa situazione o che in generale, subisce ingiustizie. Bisogna avere la forza di denunciare, la volont√† di non abbattersi e di andare avanti, nonostante tutto.¬†

  • Like 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nel caso in cui ve lo foste perso:

 

 

Buona visione! 

  • Like 1
  • Thanks 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 minutes ago, Gabry74 said:

Questa sera alle 18 su RTL France, Marc Fogiel ospiterà Brigitte Macron e Mika per parlare di violenza e bullismo! :toot:

 

 

 

Il link per lo streaming: 

 

https://www.rtl.fr/direct

 

Grazie GabryūüôŹūüôŹūüôŹ

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 hour ago, Rita70 said:

Grazie GabryūüôŹūüôŹūüôŹ

Prego Rita! :hug:

Ho aggiunto un secondo link per lo streaming, che ti condivido qui:

http://www.ecouterradioenligne.com/rtl/

E nel frattempo è anche cambiato l'orario: 18:30. 

Edited by Gabry74
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buongiorno! ūüėä

 

Il MFC mette a disposizione 5 posti per la registrazione di The Voice del 12 di novembre... Avete tempo fino a mezzogiorno per partecipare! :toot:

 

Buona fortuna tutti! :crossed:

 

 

  • Like 4
  • Thanks 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Se volete vedere immagini e video del concerto privato di Mika per Cartier a Dubai di questa sera, potete farlo nell'apposito Topic, dedicato all'evento: 

 

 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il MFC mette a disposizione 5 posti per la registrazione di The Voice, del 13 di novembre. :toot:

 

Se siete interessati, avete tempo fino a domani 9 novembre a mezzogiorno. 

 

Buona fortuna! :)

 

 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Wow Gabry, sempre puntuale e attiva! Grazie mille per tutte le info che ci dai sempre :wub2:

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 minutes ago, Ele.Magna said:

Wow Gabry, sempre puntuale e attiva! Grazie mille per tutte le info che ci dai sempre :wub2:

Prego!¬†:hug:‚̧ԳŹ

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
On 11/7/2018 at 9:20 PM, Gabry74 said:

Nel caso vi foste persi l'intervista radiofonica di RTL France di Marc Fogiel con Brigitte Macron e Mika, ecco l'audio:

 

https://www.rtl.fr/actu/politique/brigitte-macron-et-mika-s-engagent-contre-le-harcelement-scolaire-sur-rtl-7795477609

 

 

 

 

20181107_212015.jpg

 

Ho fatto una traduzione dell'intervista, ma mancano tre parole.

Spoiler

M-O: Buona sera, signora Macron!


Signora Macron: Buona sera, Marc Olivier!


M-O: Buona sera, Mika!


Mika: Buona sera!


M-O Fogiel: Domani è il giorno del "No alle bullismo ". Entrambi siete impegnati a modo vostro.
La domanda è semplice, signora Macron, perché questo impegno contro le bullismo ?


Signora Macron: Prima di tutto, perché ero un'insegnante, e nella mia vita ho avuto a che fare molto spesso con studenti che venivano molestati e anche con studenti che erano molestatori. Quindi è un problema che conosco.
Quando il Presidente è stato eletto, mi sono arrivate molte lettere, con testimonianze di bambini e adolescenti. Molte testimonianze di genitori molto indifesi di fronte a questa sofferenza causata dalla violenza delle bullismo. Ecco perché ho voluto essere coinvolto.
 E J-M Blanquer, il ministro dell'istruzione nazionale, mi ha chiesto di portare questa lotta con lui, cosa che faccio con grande piacere.


 M-O: Vediamo come, Mika, perché sei coinvolto oggi contro le bullismo ?


M: Francamente, per me √® semplice, perch√© l'ho sperimentato. E 'stato parte della mia infanzia, la mia adolescenza e sono sopravvissuto per lo pi√Ļ. Avevo una buona famiglia, avevo una madre che mi difendeva molto (ride). Ma, soprattutto a casa, avevo davvero un sistema di supporto, che ora mi rendo conto che era molto raro.
Così, essendo sopravvissuto a questo periodo della mia vita, le bullismo , ho pensato a me stesso: dobbiamo parlarne. Mi vergognavo quasi di esso prima, ora mi rendo conto che è *** non dovresti vederlo vergognarti, è un privilegio poterne parlare, in circostanze molto diverse oggi, in cui mi trovo. Così lo faccio e lo faccio con tutto il cuore e senza aver paura di dire tutto.
Penso che sia molto importante e mi ci è voluto un po' di tempo, eh, lo ammetto!

 

M-o: Ci racconterai quello che hai vissuto con Mika, ma senza tradire alcun segreto, ne hai parlato e insieme, Brigitte Macron, Mika, di questo periodo in cui Mika è stato molestato.
Brigitte Macron, Mika te ne ha parlato?

 

Ms. Macron: S√¨, me ne ha parlato, perch√© sapeva che ero impegnata a combattere le bullismo e mi ha detto che era molto sensibile a questa causa. Perch√© lui stesso ne era stato vittima quando era pi√Ļ giovane, ed √® ovvio che la crepa √® ancora l√¨!
Scusa, Mika, forse mi concedo un po' di psicologia veloce.....

 

Mika: No, va bene!

 

Ms. Macron: ....lo si sente, e quello che veramente ha attirato la mia attenzione nel caso di Mika √® che era circondato. √ą perch√© i suoi genitori hanno reagito, lui non era solo. E anche se non era solo, questa sofferenza era estremamente forte.
Quindi, l'urgenza di parlare. Devi parlare; deve esserci accanto a loro un adulto che può ascoltarli!

 

M-o: Nonostante la vergogna, hai sentito Mika dire che si vergognava. Che hai visto Brigitte Macron quando eri insegnante, la vergogna di essere molestata!

Ms. Macron: Sì, perché ci sono segni, ci sono comunque degli stimmi. Uno studente inizia a guardare in basso, inizia a non parlare con te, i risultati scolastici cambiano, scappa, scappa, soprattutto dagli adulti. Non vogliono dire, perché pensano che se lo dici, denunci. Dire è non denunciare. Questo è ciò che devono capire, è molto importante. E nella loro testa, non lo è. Non osano dire.

 

M-O: Concretamente Mika, cosa hai sperimentato, quanti anni avevi, com'è andata?


Mika: Beh, sta succedendo da allora, ricordo che in realt√† dall'et√† di 11 anni, √® successo. Questo √® un momento difficile per tutti, per tutti i bambini, per tutti i ragazzi. Ci sono un sacco di cambiamenti nella vita, comunque, ma ora ho....... All'improvviso, le persone che erano miei amici erano meno amici miei. E io pensavo che non fosse niente. Mi ha fatto un po' male. Ma in realt√†, mi sono trovata molto isolata, sempre pi√Ļ isolata.
Quindi penso che questo isolamento possa diventare molto rapidamente estremo, e noi non ce ne accorgiamo. E ci impedisce di parlare ancora di pi√Ļ. E provoca ancora pi√Ļ vergogna.

 

M-O: Ma tu, a scuola, sei stato molestato anche da un insegnante, Mika? Un insegnante, lei era il suo capro espiatorio?

 

Mika: √ą cos√¨, di tanto in tanto pu√≤ accadere anche con persone che si trovano in posizioni di potere, e poi diventa ancora pi√Ļ complicato. Questa insegnante, era...... Mi ha davvero complicato la vita, mi ha rovinato la vita per molto tempo. Ha scritto poesie su di noi, su di me e su un'altra ragazza. Li metteva sul muro e la gente doveva recitare queste poesie; che ridevano completamente di noi, di questa amica, di me, di questa mia amica in classe o di me o di altre cose.
Ho dovuto stare in piedi sulla sedia per un tempo sufficiente e fu...... non so come dirlo.... Ero molto giovane. Mi ha bloccato in molti modi, ho smesso di parlare, ho iniziato a smettere di guardare quello che stava succedendo in classe. Non facevo pi√Ļ i compiti, ho dimenticato molte cose. Ma stava anche cominciando a cambiare il mio rapporto con i miei genitori e la mia famiglia a casa. Mi sono allontanato da tutti, e alla fine √® stato piuttosto complicato, ma ho smesso di andare a scuola per almeno sei mesi. E ho avuto la fortuna di avere la musica che mi √® venuta in mente. E mia madre che mi ha costretto a fare musica, che mi ha tolto da quella fase della mia vita. E anche ora che sto parlando di questa cosa, non √® che non ce l'ho molto. √ą vero quando Brigitte dice che i suoi sentimenti si sentono; √® chiaro, li sento oggi. E quando vedo qualcuno in quella situazione, provoca molta..... empatia, ma anche rabbia.

 

M-O: Brigitte Macron, senti Mika raccontare come un'insegnante l'ha molestata, non solo i suoi piccoli amici. Questa è anche la realtà delle bullismo. Non devono essere necessariamente i piccoli compagni di classe della scuola, potrebbe anche essere qualcuno con autorità.

 

Ms. Macron: Ci√≤ che mi colpisce di pi√Ļ √® la differenza. Se avete qualsiasi differenza, allora potete essere oggetto di bullismo. Perch√© Mika?
Non so se hai analizzato il motivo per cui non le piacevi con quell'insegnante? Cosa ti ha reso diverso?

 

Mika: Non lo so, onestamente, e anche adesso..... non lo so. Non lo so.
 Ma sai cosa c'è di così strano è che mia sorella era nella stessa classe l'anno prima. E lei non ha avuto alcun problema...... con la stessa maestra! Quindi non lo so...... Fino ad oggi, non so perché!
Non lo so...... Ero nell'aria.

 

Signora Macron: Non ha mai cercato di avvicinarsi a lei per chiederle cosa le è successo, non l'ha mai sentita?

 

Mika: No, mai.

 

Ms. Macron: Per sapere cos'è successo, cosa ti ha fatto avere una testa che sporgeva fuori, fondamentalmente è tutto.......

 

Mika: Sai cosa...... Quindi ti dirò una cosa!
 Così, è successo qualcosa di incredibile! Stavo firmando copie del mio primo o secondo album. Penso che sia stato il mio primo album. E lei è venuta.

 

Mrs. Macron: L'hai riconosciuta?

 

Mika: E mi ha dato una lettera..... No, non l'ho riconosciuto.
C'era la mia famiglia, perché è stato uno dei miei primi acquisti per il mio album a Londra. Così la mia famiglia è venuta, naturalmente, perché siamo un clan.
Così, il clan era lì dietro di me e (ride), sono un adulto! Sto pubblicando il mio album, ho 23 anni e sono molto orgoglioso. E all'improvviso, ma poi non riconosco l'insegnante. Ma mia madre, naturalmente, riconosce subito.....

 

Signora Macron: Questo è il problema!

 

Mika: Mi stava dando una lettera! Mia madre ha preso subito la lettera e io non ho capito niente! E poi me l'ha spiegato. Ho fatto il collegamento!
E così, non potrei mai chiederlo. E non so se voglio chiederglielo!

 

Ms. Macron: Ok.

 

Mika: Penso che.....

 

Ms. Macron: No, ma per capire...... Se c'è qualcosa da capire. Perché forse non c'è niente da capire.
….
 
M-O: Brigitte Macron, ai tempi di Mika, non c'erano i social network come ci sono oggi. La derisione e la violenza si moltiplicano su Internet.
Ho letto, Brigitte Macron, che con le altre first ladies di tutto il mondo, in particolare Mélania Trump, avete voluto fare pressione sulle giganti digitali per fermare le bullismo su Internet?

 

Ms. Macron: S√¨, certo, perch√© ora √® amplificato. Prima, si cambiava il bambino della scuola e poi si asciugava. Tuttavia, naturalmente, non √® pi√Ļ cos√¨. √ą molto, molto, molto amplificata dalle reti!
Ma mi piacerebbe vederli anche a scuola molto rapidamente, alla scuola media, al liceo. Ma già a scuola, c'è un apprendimento di gentilezza, perché tra i bambini, non è su Internet che succede.
Ma i pi√Ļ piccoli a volte tendono a molestare. E vado oltre, perch√© gli stalker non necessariamente si rendono conto di esserlo. Possiamo essere a sua insaputa, solo per divertimento. Non hanno idea di quanto sia importante l'uno per l'altro. Quindi ci devono essere davvero delle informazioni.
In Danimarca, dove mi trovavo, mi sono reso conto che fin dai primi anni, si insegna loro la gentilezza. Si insegna loro come utilizzare Internet. Noi insegniamo loro cos'è l'altro. E non pensare che sia innato. Fa parte del settore dell'acquis. E penso che dobbiamo acquisirla molto rapidamente e soprattutto accettare l'altro nella sua differenza.

 

M-O: Quindi l'educazione prima di tutto e soprattutto! L'educazione prima di tutto e soprattutto e fin dall'inizio.

 

Signora Macron: Dal pi√Ļ giovane! E credo anche che abbiamo avuto delle esperienze; alcuni degli studenti tra loro sono anche molto capaci di autoregolarsi. Ci sono alcune scuole in cui sono andato, o c'erano i cosiddetti ambasciatori.¬† E gli ambasciatori sono quelli che possono decifrare cosa c'√® di sbagliato e fare un po' di pulizia del terreno.
E quando i giovani iniziano con noi √® ancora pi√Ļ facile!

 

M-O: Solo una parola su questo, Mika. Brigitte Macron dice che gli stalker non sempre si rendono conto di esserlo. Voi, i ragazzi e le ragazze che vi hanno molestato quando eravate a scuola, si sono finalmente resi conto che..... Quando ti hanno mandato le pietre, quando ti hanno mandato le lattine, quando ti hanno insultato, quando erano dalla parte sbagliata della linea?

 

Mika: Va bene, ascoltate! Dipende completamente. Sono pienamente d'accordo con quello che dice Brigitte, che la maggior parte delle volte non lo prendiamo in considerazione, quello che sta accadendo. Anche gli stalker non si rendono conto di quello che stanno facendo. √ą come una specie di palla di neve. Quindi non √® solo un'azione che pu√≤ far male, √® ***.


Signora Macron: C'è il fenomeno del branco che avviene molto rapidamente!

 

Mika: Esattamente!

 

Ms. Macron: E quando sei in un branco, non sei pi√Ļ una forza attiva; sei anche manipolato dal branco.

 

Mika: Ed è la comunicazione che conta. E anche la comunità (???????)
Per esempio, dopo questa esperienza, ero in un liceo. Non sono andato a scuola per sei mesi. Dopo di che ho iniziato a tornare a scuola, ma la scuola era molto piccola. Era proprio di fronte alla casa, dove viviamo a Londra. Le classi erano molto piccole. In totale, c'erano 95 bambini in tutta la scuola. E c'erano molte, molte, molte meno molestie!
Perch√© non c'era pi√Ļ questo senso di comunit√† (????), c'era comunicazione e il silenzio era rotto su qualcosa. Se c'era qualcosa, si √® visto, si √® discusso. E poi, all'et√† di 13-14 anni, sono andato in un'altra scuola che era molto pi√Ļ grande e c'era meno comunicazione, c'era pi√Ļ isolamento ed era molto peggio!
Quindi dobbiamo rompere questo silenzio. √ą molto importante, dobbiamo parlarne. Non √® vergognoso, √® essenziale. E uh...........

 

M-O: Ecco perché vi investite l'uno nell'altro. Per concludere, Mika, entrambi avete intenzione di continuare ad investire in questa causa. Sei Mika? Parlarne è un modo per farlo.

 

Mika: Penso che sia molto, molto, importante che..... questo.  Brigitte Macron ne sta parlando proprio ora. Lo ha davvero, non solo nella sua posizione, nella sua vita di oggi, ma anche in tutta la sua esperienza. Era un'insegnante ed è molto importante sentire qualcuno in questa situazione che ne parla con tanta empatia.

 

M-O : E voi Brigitte Macron, questa causa, capiamo che continuerete ad investire voi stessi per ridurre queste bullismo ?

 

Ms. Macron: Certo, ma credo che lei ci stia aiutando molto, perché c'è una consapevolezza. E penso che dovremmo dire ai piccoli, ai giovani che siamo con loro. Non ci sono confini tra i due mondi. Siamo con loro e siamo lì per aiutarli. Ma non possiamo aiutarli se lui non ce lo dice. Devono dircelo, devono fidarsi di noi. Hanno bisogno di guardarsi intorno per trovare qualcuno di cui fidarsi.

 

M-O: Ed è importante che un artista popolare come Mika prenda la parola per farlo, poiché è anche un modello e un modo per liberare questa parola!


Mika, grazie per averlo fatto stasera su RTL. Grazie mille Brigitte Macron. Grazie a tutti e due!

 

Mika: Grazie!

 

Ms. Macron: Grazie mille. Addio, Mika!

 

Mika: Grazie mille! Addio.

 

M-O: E se sei vittima di bullismo , un numero verde, 3020, per parlarne, per chiedere aiuto.

 

Edited by Loo
  • Thanks 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minutes ago, Gabry74 said:

Grazie infinite @Loo! :flowers2:

Prego!

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 hours ago, Loo said:

 

Ho fatto una traduzione dell'intervista, ma mancano tre parole.

  Reveal hidden contents

M-O: Buona sera, signora Macron!


Signora Macron: Buona sera, Marc Olivier!


M-O: Buona sera, Mika!


Mika: Buona sera!


M-O Fogiel: Domani è il giorno del "No alle molestie". Entrambi siete impegnati a modo vostro.
La domanda è semplice, signora Macron, perché questo impegno contro le molestie?


Signora Macron: Prima di tutto, perché ero un'insegnante, e nella mia vita ho avuto a che fare molto spesso con studenti che venivano molestati e anche con studenti che erano molestatori. Quindi è un problema che conosco.
Quando il Presidente è stato eletto, mi sono arrivate molte lettere, con testimonianze di bambini e adolescenti. Molte testimonianze di genitori molto indifesi di fronte a questa sofferenza causata dalla violenza delle molestie. Ecco perché ho voluto essere coinvolto.
 E J-M Blanquer, il ministro dell'istruzione nazionale, mi ha chiesto di portare questa lotta con lui, cosa che faccio con grande piacere.


 M-O: Vediamo come, Mika, perché sei coinvolto oggi contro le molestie?


M: Francamente, per me √® semplice, perch√© l'ho sperimentato. E 'stato parte della mia infanzia, la mia adolescenza e sono sopravvissuto per lo pi√Ļ. Avevo una buona famiglia, avevo una madre che mi difendeva molto (ride). Ma, soprattutto a casa, avevo davvero un sistema di supporto, che ora mi rendo conto che era molto raro.
Così, essendo sopravvissuto a questo periodo della mia vita, le molestie, ho pensato a me stesso: dobbiamo parlarne. Mi vergognavo quasi di esso prima, ora mi rendo conto che è *** non dovresti vederlo vergognarti, è un privilegio poterne parlare, in circostanze molto diverse oggi, in cui mi trovo. Così lo faccio e lo faccio con tutto il cuore e senza aver paura di dire tutto.
Penso che sia molto importante e mi ci è voluto un po' di tempo, eh, lo ammetto!

 

M-o: Ci racconterai quello che hai vissuto con Mika, ma senza tradire alcun segreto, ne hai parlato e insieme, Brigitte Macron, Mika, di questo periodo in cui Mika è stato molestato.
Brigitte Macron, Mika te ne ha parlato?

 

Ms. Macron: S√¨, me ne ha parlato, perch√© sapeva che ero impegnata a combattere le molestie e mi ha detto che era molto sensibile a questa causa. Perch√© lui stesso ne era stato vittima quando era pi√Ļ giovane, ed √® ovvio che la crepa √® ancora l√¨!
Scusa, Mika, forse mi concedo un po' di psicologia veloce.....

 

Mika: No, va bene!

 

Ms. Macron: ....lo si sente, e quello che veramente ha attirato la mia attenzione nel caso di Mika √® che era circondato. √ą perch√© i suoi genitori hanno reagito, lui non era solo. E anche se non era solo, questa sofferenza era estremamente forte.
Quindi, l'urgenza di parlare. Devi parlare; deve esserci accanto a loro un adulto che può ascoltarli!

 

M-o: Nonostante la vergogna, hai sentito Mika dire che si vergognava. Che hai visto Brigitte Macron quando eri insegnante, la vergogna di essere molestata!

Ms. Macron: Sì, perché ci sono segni, ci sono comunque degli stimmi. Uno studente inizia a guardare in basso, inizia a non parlare con te, i risultati scolastici cambiano, scappa, scappa, scappa, soprattutto dagli adulti. Non vogliono dire, perché pensano che se lo dici, denunci. Dire è non denunciare. Questo è ciò che devono capire, è molto importante. E nella loro testa, non lo è. Non osano dire.

 

M-O: Concretamente Mika, cosa hai sperimentato, quanti anni avevi, com'è andata?


Mika: Beh, sta succedendo da allora, ricordo che in realt√† dall'et√† di 11 anni, √® successo. Questo √® un momento difficile per tutti, per tutti i bambini, per tutti i ragazzi. Ci sono un sacco di cambiamenti nella vita, comunque, ma ora ho....... All'improvviso, le persone che erano miei amici erano meno amici miei. E io pensavo che non fosse niente. Mi ha fatto un po' male. Ma in realt√†, mi sono trovata molto isolata, sempre pi√Ļ isolata.
Quindi penso che questo isolamento possa diventare molto rapidamente estremo, e noi non ce ne accorgiamo. E ci impedisce di parlare ancora di pi√Ļ. E provoca ancora pi√Ļ vergogna.

 

M-O: Ma tu, a scuola, sei stato molestato anche da un insegnante, Mika? Un insegnante, lei era il suo capro espiatorio?

 

Mika: √ą cos√¨, di tanto in tanto pu√≤ accadere anche con persone che si trovano in posizioni di potere, e poi diventa ancora pi√Ļ complicato. Questa insegnante, era...... Mi ha davvero complicato la vita, mi ha rovinato la vita per molto tempo. Ha scritto poesie su di noi, su di me e su un'altra ragazza. Li metteva sul muro e la gente doveva recitare queste poesie; che ridevano completamente di noi, di questa amica, di me, di questa mia amica in classe o di me o di altre cose.
Ho dovuto stare in piedi sulla sedia per un tempo sufficiente e fu...... non so come dirlo.... Ero molto giovane. Mi ha bloccato in molti modi, ho smesso di parlare, ho iniziato a smettere di guardare quello che stava succedendo in classe. Non facevo pi√Ļ i compiti, ho dimenticato molte cose. Ma stava anche cominciando a cambiare il mio rapporto con i miei genitori e la mia famiglia a casa. Mi sono allontanato da tutti, e alla fine √® stato piuttosto complicato, ma ho smesso di andare a scuola per almeno sei mesi. E ho avuto la fortuna di avere la musica che mi √® venuta in mente. E mia madre che mi ha costretto a fare musica, che mi ha tolto da quella fase della mia vita. E anche ora che sto parlando di questa cosa, non √® che non ce l'ho molto. √ą vero quando Brigitte dice che i suoi sentimenti si sentono; √® chiaro, li sento oggi. E quando vedo qualcuno in quella situazione, provoca molta..... empatia, ma anche rabbia.

 

M-O: Brigitte Macron, senti Mika raccontare come un'insegnante l'ha molestata, non solo i suoi piccoli amici. Questa è anche la realtà delle molestie. Non devono essere necessariamente i piccoli compagni di classe della scuola, potrebbe anche essere qualcuno con autorità.

 

Ms. Macron: Ci√≤ che mi colpisce di pi√Ļ √® la differenza. Se avete qualsiasi differenza, allora potete essere oggetto di molestie. Perch√© Mika?
Non so se hai analizzato il motivo per cui non le piacevi con quell'insegnante? Cosa ti ha reso diverso?

 

Mika: Non lo so, onestamente, e anche adesso..... non lo so. Non lo so. Non lo so.
 Ma sai cosa c'è di così strano è che mia sorella era nella stessa classe l'anno prima. E lei non ha avuto alcun problema...... con la stessa maestra! Quindi non lo so...... Fino ad oggi, non so perché!
Non lo so...... Ero nell'aria.

 

Signora Macron: Non ha mai cercato di avvicinarsi a lei per chiederle cosa le è successo, non l'ha mai sentita?

 

Mika: No, mai.

 

Ms. Macron: Per sapere cos'è successo, cosa ti ha fatto avere una testa che sporgeva fuori, fondamentalmente è tutto.......

 

Mika: Sai cosa...... Quindi ti dirò una cosa!
 Così, è successo qualcosa di incredibile! Stavo firmando copie del mio primo o secondo album. Penso che sia stato il mio primo album. E lei è venuta.

 

Mrs. Macron: L'hai riconosciuta?

 

Mika: E mi ha dato una lettera..... No, non l'ho riconosciuto.
C'era la mia famiglia, perché è stato uno dei miei primi acquisti per il mio album a Londra. Così la mia famiglia è venuta, naturalmente, perché siamo un clan.
Così, il clan era lì dietro di me e (ride), sono un adulto! Sto pubblicando il mio album, ho 23 anni e sono molto orgoglioso. E all'improvviso, ma poi non riconosco l'insegnante. Ma mia madre, naturalmente, riconosce subito.....

 

Signora Macron: Questo è il problema!

 

Mika: Mi stava dando una lettera! Mia madre ha preso subito la lettera e io non ho capito niente! E poi me l'ha spiegato. Ho fatto il collegamento!
E così, non potrei mai chiederlo. E non so se voglio chiederglielo!

 

Ms. Macron: Ok.

 

Mika: Penso che.....

 

Ms. Macron: No, ma per capire...... Se c'è qualcosa da capire. Perché forse non c'è niente da capire.
….
 
M-O: Brigitte Macron, ai tempi di Mika, non c'erano i social network come ci sono oggi. La derisione e la violenza si moltiplicano su Internet.
Ho letto, Brigitte Macron, che con le altre first ladies di tutto il mondo, in particolare Mélania Trump, avete voluto fare pressione sulle giganti digitali per fermare le molestie su Internet?

 

Ms. Macron: S√¨, certo, perch√© ora √® amplificato. Prima, si cambiava il bambino della scuola e poi si asciugava. Tuttavia, naturalmente, non √® pi√Ļ cos√¨. √ą molto, molto, molto amplificata dalle reti!
Ma mi piacerebbe vederli anche a scuola molto rapidamente, alla scuola media, al liceo. Ma già a scuola, c'è un apprendimento di gentilezza, perché tra i bambini, non è su Internet che succede.
Ma i pi√Ļ piccoli a volte tendono a molestare. E vado oltre, perch√© gli stalker non necessariamente si rendono conto di esserlo. Possiamo essere a sua insaputa, solo per divertimento. Non hanno idea di quanto sia importante l'uno per l'altro. Quindi ci devono essere davvero delle informazioni.
In Danimarca, dove mi trovavo, mi sono reso conto che fin dai primi anni, si insegna loro la gentilezza. Si insegna loro come utilizzare Internet. Noi insegniamo loro cos'è l'altro. E non pensare che sia innato. Fa parte del settore dell'acquis. E penso che dobbiamo acquisirla molto rapidamente e soprattutto accettare l'altro nella sua differenza.

 

M-O: Quindi l'educazione prima di tutto e soprattutto! L'educazione prima di tutto e soprattutto e fin dall'inizio.

 

Signora Macron: Dal pi√Ļ giovane! E credo anche che abbiamo avuto delle esperienze; alcuni degli studenti tra loro sono anche molto capaci di autoregolarsi. Ci sono alcune scuole in cui sono andato, o c'erano i cosiddetti ambasciatori.¬† E gli ambasciatori sono quelli che possono decifrare cosa c'√® di sbagliato e fare un po' di pulizia del terreno.
E quando i giovani iniziano con noi √® ancora pi√Ļ facile!

 

M-O: Solo una parola su questo, Mika. Brigitte Macron dice che gli stalker non sempre si rendono conto di esserlo. Voi, i ragazzi e le ragazze che vi hanno molestato quando eravate a scuola, si sono finalmente resi conto che..... Quando ti hanno mandato le pietre, quando ti hanno mandato le lattine, quando ti hanno insultato, quando erano dalla parte sbagliata della linea?

 

Mika: Va bene, ascoltate! Dipende completamente. Sono pienamente d'accordo con quello che dice Brigitte, che la maggior parte delle volte non lo prendiamo in considerazione, quello che sta accadendo. Anche gli stalker non si rendono conto di quello che stanno facendo. √ą come una specie di palla di neve. Quindi non √® solo un'azione che pu√≤ far male, √® ***.


Signora Macron: C'è il fenomeno del branco che avviene molto rapidamente!

 

Mika: Esattamente!

 

Ms. Macron: E quando sei in un branco, non sei pi√Ļ una forza attiva; sei anche manipolato dal branco.

 

Mika: Ed è la comunicazione che conta. E anche la comunità (???????)
Per esempio, dopo questa esperienza, ero in un liceo. Non sono andato a scuola per sei mesi. Dopo di che ho iniziato a tornare a scuola, ma la scuola era molto piccola. Era proprio di fronte alla casa, dove viviamo a Londra. Le classi erano molto piccole. In totale, c'erano 95 bambini in tutta la scuola. E c'erano molte, molte, molte, molte, molte, molte meno molestie!
Perch√© non c'era pi√Ļ questo senso di comunit√† (????), c'era comunicazione e il silenzio era rotto su qualcosa. Se c'era qualcosa, si √® visto, si √® discusso. E poi, all'et√† di 13-14 anni, sono andato in un'altra scuola che era molto pi√Ļ grande e c'era meno comunicazione, c'era pi√Ļ isolamento ed era molto peggio!
Quindi dobbiamo rompere questo silenzio. √ą molto importante, dobbiamo parlarne. Non √® vergognoso, √® essenziale. E uh...........

 

M-O: Ecco perché vi investite l'uno nell'altro. Per concludere, Mika, entrambi avete intenzione di continuare ad investire in questa causa. Sei Mika? Parlarne è un modo per farlo.

 

Mika: Penso che sia molto, molto, molto, molto, molto importante che..... questo.  Brigitte Macron ne sta parlando proprio ora. Lo ha davvero, non solo nella sua posizione, nella sua vita di oggi, ma anche in tutta la sua esperienza. Era un'insegnante ed è molto importante sentire qualcuno in questa situazione che ne parla con tanta empatia.

 

M-O : E voi Brigitte Macron, questa causa, capiamo che continuerete ad investire voi stessi per ridurre queste molestie?

 

Ms. Macron: Certo, ma credo che lei ci stia aiutando molto, perché c'è una consapevolezza. E penso che dovremmo dire ai piccoli, ai giovani che siamo con loro. Non ci sono confini tra i due mondi. Siamo con loro e siamo lì per aiutarli. Ma non possiamo aiutarli se lui non ce lo dice. Devono dircelo, devono fidarsi di noi. Hanno bisogno di guardarsi intorno per trovare qualcuno di cui fidarsi.

 

M-O: Ed è importante che un artista popolare come Mika prenda la parola per farlo, poiché è anche un modello e un modo per liberare questa parola!


Mika, grazie per averlo fatto stasera su RTL. Grazie mille Brigitte Macron. Grazie a tutti e due!

 

Mika: Grazie!

 

Ms. Macron: Grazie mille. Addio, Mika!

 

Mika: Grazie mille! Addio.

 

M-O: E se sei vittima di molestie, un numero verde, 3020, per parlarne, per chiedere aiuto.

 

Grazie mille @Loo!! 

Solo un piccolo suggerimento, pi√Ļ che di molestie in generale, la traduzione di harc√®lement nel¬†contesto scolastico sarebbe bullismo.

Detto ciò, ottimo lavoro. :thumb_yello:

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ora disponibili anche i biglietti  per il 14.

 

Edited by Ellys
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Buon pomeriggio! :bye:

 

Vi ricordate i Rulli Frulli, la banda di Finale Emilia, che aveva partecipato alla prima edizione di Stasera Casa Mika, interpretando L'ombelico del mondo di Jovanotti, con Mika? 

Bene, quest'anno sono tra i 69 finalisti di Sanremo Giovani! :cheer:

 

 

Potete ascoltare la loro canzone cliccando su questo link:

 

https://www.raiplay.it/social/video/2018/11/Banda-Rulli-Frulli-L-imitazione-del-male-Sanremo-Giovani-2018-audio-artisti-c4479c4d-60b9-402c-b79f-6fee67858a12.html?wt_mc=2.www.wzp.raiplay_ContentItem-c4479c4d-60b9-402c-b79f-6fee67858a12.&wt

 

Buon ascolto e dita incrociate per i Rulli! :)

 

 

  • Like 7

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 hours ago, Gabry74 said:

Buon pomeriggio! :bye:

 

Vi ricordate i Rulli Frulli, la banda di Finale Emilia, che aveva partecipato alla prima edizione di Stasera Casa Mika, interpretando L'ombelico del mondo di Jovanotti, con Mika? 

Bene, quest'anno sono tra i 69 finalisti di Sanremo Giovani! :cheer:

 

 

Potete ascoltare la loro canzone cliccando su questo link:

 

https://www.raiplay.it/social/video/2018/11/Banda-Rulli-Frulli-L-imitazione-del-male-Sanremo-Giovani-2018-audio-artisti-c4479c4d-60b9-402c-b79f-6fee67858a12.html?wt_mc=2.www.wzp.raiplay_ContentItem-c4479c4d-60b9-402c-b79f-6fee67858a12.&wt

 

Buon ascolto e dita incrociate per i Rulli! :)

 

 

Cmq vada per loro sar√† gi√† una grandissima e bellissima esperienza andare a Roma per le selezioni....se dovessero passare nei.24 li rivedremo a dicembre a Sanremo giovani.....quindi dita incrociate e in bocca al lupo ai ragazzi....ūüėćūüėć‚úĆ‚úĆ

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.