Jump to content

'La compagnia del cigno' the new collaboration between Mika and Ivan Cotroneo from 7 January 2019 on RAI 1


Recommended Posts

  • Replies 231
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

The fiction 'La compagnia del cigno' is the new collaboration between Mika and Ivan Cotroneo after two seasons of Stasera Casa Mika, from 7th of January on RAI 1. https://www.davidemagg

I got the mail with the lyrics...    Ciao!!!    Solo per te che hai pre-salvato la nuova canzone di MIKA in regalo il testo.  Ricordati che, Sound Of An Orchestra, sarà disponib

English: "I’m happy that I can talk with you about this new project in which I have just a small role. It is an important project for me because it is made by my friend, author and director

Posted Images

FREE Concert in Milan on 4th July.

https://www.iulm.it/wps/wcm/connect/iulmit/iulm-it/news-e-eventi/notizie/la+milanesiana+2019+in+iulm

 

Giovedì 4 luglio alle 21.00 La compagnia del cigno,

protagonista dell’omonima serie tv prodotta dalla Rai, scritta e diretta da Ivan Cotroneo, si esibirà in un concerto dall’eloquente titolo Musica e speranza.

In apertura letture dello stesso Cotroneo, di Anna Valle e Rocco Tanica.

L'ingresso è libero previa registrazione.
 

Clicca qui per registrarti all'evento "Musica e speranza — La compagnia del cigno".

 

 

https://www.iulm.it/forms/anon/org/app/28a97dfd-ced0-4ff8-8753-d445ed55844e/launch/index.html?form=F_Modulo1

La Milanesiana 2019
 
Giovedì 4 Luglio
ore 21:00
Università IULM - Auditorium

Musica e Speranza
La Compagnia del Cigno


Letture e Dialogo
Ivan Cotroneo, Alessio Boni, Anna Valle
 
Concerto
La Compagnia del Cigno
 
 
 
 
 
  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...

 

Nell'ambito de La Milanesiana 2019, l'Università IULM di Milano ha ospitato La compagnia del cigno, la fortunata Serie TV trasmessa dalla Rai.

Durante l'evento si è tenuto il concerto dal titolo Musica e speranza, preceduto da un monologo dell'attore Rocco Tanica. In questo video, le interviste al regista della Serie, Ivan Cotroneo, e allo stesso Rocco Tanica.

 

  **************************************

 

In the context of La Milanesiana 2019, the IULM University of Milan hosted The Swan Company, the successful TV series broadcast by Rai.

During the event the concert was held entitled Music and hope, preceded by a monologue by the actor Rocco Tanica.

In this video, interviews with the director of the Series, Ivan Cotroneo, and with Rocco Tanica himself.

 

 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites

"Devo fare una confessione: scrivo e dirigo film soprattutto per venire a Giffoni. Ero qui con Un bacio, le Masterclass e Mika.

Questo Festival è unico al mondo".

@ivancotroneo1 torna a #Giffoni2019 con il cast de #LaCompagniaDelCigno.

E aggiunge: "Ci sarà una seconda stagione!"

 

*************************************

 

"I have to make a confession: I write and direct films especially to come to Giffoni. I was here with Un bacio, the Masterclass and Mika.
This Festival is unique in the world ".

@ ivancotroneo1 returns to # Giffoni2019 with the cast of #LaCompagniaDelCigno.

And he adds: "There will be a second season!"

 

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Giffoni Film Festival

  • Lunedì, 22 Luglio 2019 15:17

https://www.giffonifilmfestival.it/news-22-luglio-giffoni-2019/item/7668-ivan-cotroneo-la-compagnia-del-cigno-racconta-di-ragazzi-come-i-giffoners-appassionati-di-talento-e-che-studiano.html

 

Ivan Cotroneo: "La compagnia del Cigno racconta di ragazzi come i Giffoners, appassionati, di talento e che studiano"

 

"Volevo raccontare ragazzi di talento, che studiano, che hanno passioni e sogni ma senza dipendenze, drammi in famiglia, omicidi alle spalle: con Monica Rametta abbiamo raccontato quella bella gioventù che non passa per la cronaca nera e che solitamente resta in ombra. Anche per questo il successo della serie è stato per me una grande soddisfazione: ringrazio chi ha creduto in questa storia". Ivan Cotroneo torna al Giffoni Film Festival con il cast de La compagnia del Cigno, serie prodotta da Indigo Film in collaborazione con Rai Fiction, ideata e diretta da Cotroneo e interpretata da sette ragazzi selezionati tra i Conservatori d'Italia - Leonardo Mazzarotto, Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano, Ario Nikolaus Sgroi, Chiara Pia Aurora e Francesco Tozzi - tutti al Giffoni 2019 per incontrare i loro coetanei. La serie ha segnato per loro un punto di svolta nella vita e anche nel loro rapporto con la musica, che però dichiarano non lasceranno mai: "Sarebbe come rinnegare le proprie origini. Tenere i piedi in due scarpe, però, non sarebbe male" dicono i ragazzi, ancora all'oscuro di quel che riserverà loro la seconda stagione, ancora in fase di scrittura.

 

"Non so quando inizieremo le riprese, dipenderà da quanto io e Monica saremo bravi e veloci a scrivere. Chiusa la prima stagione abbiamo immaginato un nuovo scenario in cui far muovere i personaggi, attingendo dalle vite degli interpreti: c'è chi si è trasferito a Milano da una provincia del Sud, chi si è riavvicinato a un particolare strumento, chi è andato all'estero. In questa stagione ci sarà anche questo, con nuovi personaggi, che cercheremo ancora nei Conservatori, e nuovi intrecci, mantenendo l'attenzione per la musica tra pop e classica" dice Cotroneo, che ha lasciato all'oscuro delle novità anche il cast.

 

Già dai tempi di Un bacio il mio desiderio è stato quello di parlare dei ragazzi non con lo sguardo del cinquantenne, ma con il rispetto per quella sofferenza, quell'insoddisfazione tipica dell'adolescenza che quell'età merita e che io ancora ricordo" aggiunge il regista e sceneggiatore, che si può dire innamorato del Festival. "Devo fare una confessione: io scrivo e dirigo film soprattutto per venire a Giffoni. Sono venuto con Un Bacio, per le Masterclass, con Mika. Questo Festival è unico al mondo. Parlare qui di una storia dedicata ai ragazzi dà veramente un senso al tuo lavoro. E poi essere qui dove è stato Truffaut che per me è un esempio di cinema, di un modo di raccontare i ragazzi, è una cosa che mi riempie d'orgoglio. Nella vita voglio continuare a raccontare storie degne di essere presentate qui" aggiunge entusiasta Cotroneo. "I jurors del Festival sono come La compagnia del Cigno: per il cast oggi sarà come guardarsi in uno specchio incontrando i ragazzi del Giffoni, che come loro inseguono non un sogno di successo, ma un sogno di espressione. E tutti loro hanno dignità di essere ascoltati e raccontati. Anche il Festival fa questo: rende protagonisti chi in genere non viene considerato".

 

Google translator

 

Ivan Cotroneo: "The company of the Swan tells of boys like the Giffoners, passionate, talented and studying"

 

"I wanted to tell talented boys, who study, who have passions and dreams but without dependencies, family dramas, homicides behind them: with Monica Rametta we told that beautiful youth who does not pass through the crime and who usually remains in the shadows. this is why the success of the series was a great satisfaction for me: I thank those who believed in this story ". Ivan Cotroneo returns to the Giffoni Film Festival with the cast of The company of the Swan, a series produced by Indigo Film in collaboration with Rai Fiction, conceived and directed by Cotroneo and performed by seven boys selected from the Conservatories of Italy - Leonardo Mazzarotto, Fotinì Peluso , Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano, Arius Nikolaus Sgroi, Chiara Pia Aurora and Francesco Tozzi - all at Giffoni 2019 to meet their peers. The series marked a turning point for them in life and also in their relationship with music, but they never say they will leave: "It would be like denying one's origins. But keeping your feet in two shoes would not be bad" they say the boys, still unaware of what the second season will reserve for them, still in the writing phase.

 

"I don't know when we will start filming, it will depend on how fast Monica and me are good at writing. Closed the first season, we imagined a new scenario in which to move the characters, drawing from the lives of the performers: some moved in Milan from a southern province, those who have come close to a particular instrument, those who have gone abroad, this season there will also be this, with new characters, whom we will still be looking for in the Conservatories, and new plots, keeping the attention for the music between pop and classical "says Cotroneo, who also left the cast unaware of the news.

 

Since the time of Un bacio my desire has been to talk about the boys not with the look of the fifty, but with respect for that suffering, that typical dissatisfaction of adolescence that that age deserves and that I still remember "adds the director and screenwriter, who can be said to be in love with the Festival. "I have to make a confession: I write and direct films especially to come to Giffoni. I came with Un Bacio, for the Masterclasses, with Mika. This festival is unique in the world. Talking about a story dedicated to kids really makes sense of your work. And then being here where Truffaut was, which for me is an example of cinema, of a way of telling kids, is something that fills me with pride. In life I want to continue to tell stories worthy of being presented here "Cotroneo adds enthusiastically." The jurors of the Festival are like The company of the Swan: for the cast today it will be like looking at oneself in a mirror and meeting the Giffoni boys a dream of success, but a dream of expression. And all of them have the dignity of being listened to and told. The Festival also does this: it makes those who are not generally considered protagonists ".

 

 

 

ce1ba2d7fa359744c9ff37fd1eee9e73_L.thumb.jpg.3414ab21169ad204927bbc8e6fd56208.jpg

 

Giffoni Daily 23 Luglio 2019

https://issuu.com/giffoniexperience/docs/daily_23_07_2019

page_12.thumb.jpg.f705c50ff7c817bbc3403c

 

  • Like 2
Link to post
Share on other sites
  • 5 months later...

I just watched the part of Mika in this on the Subtitling Team thread and now I'm wondering how the story goes on, without having to watch a whole episode (or more) in Italian. :teehee: Could someone who watched it please sum up for me what happened next in the story, following this conversation? How did she earn money with his music? Using his songs for doing a concert, maybe?

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
10 minutes ago, mellody said:

I just watched the part of Mika in this on the Subtitling Team thread and now I'm wondering how the story goes on, without having to watch a whole episode (or more) in Italian. :teehee: Could someone who watched it please sum up for me what happened next in the story, following this conversation? How did she earn money with his music? Using his songs for doing a concert, maybe?

 

Not a regular concert, but a sort of street performance. They play and sing Origin of love in a big square, collecting money from people passing by.

Edited by lormare73
  • Like 2
  • Thanks 2
Link to post
Share on other sites
  • 3 months later...

Rai Ufficico Stampa

https://www.rai.it/ufficiostampa/assets/template/us-articolo.html?ssiPath=/articoli/2020/04/-La-Compagnia-del-Cigno-diventa-La-Musica-della-Compagnia-e-sbarca-su-RaiPlay-df97c02b-e6b0-4fb9-8b29-8f3b4ed5f125-ssi.html

 

"La Compagnia del Cigno" diventa "La Musica della Compagnia" e sbarca su RaiPlay

 

Dal 23 aprile 12 video-racconti in cui si parla del potere aggregante della musica

 

Con La Compagnia del Cigno, ideata da Ivan Cotroneo, abbiamo imparato ad amare la musica classica attraverso le note e le storie di Matteo, Domenico, Barbara, Sofia, Robbo, Sara e Rosario, studenti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. Oggi i sette protagonisti della serie approdano online su RaiPlay per raccontarci il loro rapporto con la musica e i compositori che più amano. "La Musica della Compagnia" è una collection di dodici brevi episodi ideata da Ivan Cotroneo in cui i giovani interpreti della Compagnia del Cigno si auto-raccontano e ci accompagnano in un viaggio attraverso la musica e le emozioni: dal Concerto per violino di Tchaikovsky all’Adagio del Concerto n.5 di Mozart, dalla Rapsodia Ungherese n.13 di Liszt al mondo di Debussy e Schubert, Chiara Pia Aurora, Hildegard De Stefano, Emanuele Misuraca, Leonardo Mazzarotto, Fotinì Peluso, Ario Sgroi e Francesco Tozzi - musicisti nella vita reale oltre che nella fiction - racconteranno i loro compositori preferiti ed eseguiranno alcuni dei loro brani più celebri. "La musica della Compagnia" sarà online su RaiPlay dal 23 aprile.

Inoltre, dal 29 aprile andranno in onda in prima serata su Rai2 le puntate della prima stagione de La Compagnia del Cigno, la serie incentrata sulle vite di sette adolescenti molto diversi fra loro per estrazione, temperamento, forze e debolezze che frequentano il Conservatorio di Milano. Ognuno ha un talento e un sogno, e lo insegue con tutte le sue forze. Tra le lezioni con il severo professor Marioni e le vicende famigliari, la serie sviluppa un racconto epico, sfolgorante, commovente, divertente sulla storia della musica, sulla salvezza che deriva dall’arte, sul talento, sull’impegno, sull’amicizia, sui primi incontri con le grandi questioni della vita: l’amore, la malattia, la morte, l’ingiustizia, la vittoria, la sconfitta.

Nel cast - oltre ai sette ragazzi interpretati da Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca e gli esordienti Leonardo Mazzarotto, Ario Sgroi, Francesco Tozzi, Hildegard De Stefano e Chiara Pia Aurora - Alessio Boni, Anna Valle, Alessandro Roia, Carlotta Natoli, Francesca Cavallin, Stefano Dionisi, Angela Baraldi, Barbara Chichiarelli, Rocco Tanica, Giorgio Pasotti e Marco Bocci e con la partecipazione di Giovanna Mezzogiorno. La serie, scritta da Ivan Cotroneo e Monica Rametta e diretta da Ivan Cotroneo, è prodotta da Indigo Film in collaborazione con Rai Fiction.  
 
La musica della Compagnia su RaiPlay:
  • EP.1: Leonardo Mazzarotto e W.A. Mozart Dal Concerto n. 5 per violino e orchestra in La Maggiore K 219
  • EP.2: Chiara Pia Aurora e C. Saint-Saëns Dal Carnevale degli Animali Il cigno 
  • EP.3: Emanuele Misuraca e F. Chopin Polacca in la bemolle maggiore per pianoforte op. 53 “Eroica” 
  • EP.4: Hildegard De Stefano e P.I. Tchaikovsky Dal Concerto per violino e orchestra in Re Maggiore op.35
  • EP.5: Ario Nikolaus Sgroi e C. Debussy Dai 12 Studi per pianoforte L 136 Studio n. 6 “per le otto dita”
  • EP.6: Francesco Tozzi e La Batteria 
  • EP.7: Leonardo Mazzarotto e L.V. Beethoven Romanza in Sol Maggiore per violino e orchestra op. 40 
  • EP.8: Chiara Pia Aurora e G. Verdi Da “La Traviata” Preludio Atto I 
  • EP.9: Emanuele Misuraca e F. Liszt Rapsodia Ungherese per pianoforte n.13 S 244 Mov. II – Adagio Mov. II – Canzonetta
  • EP.10: Fotinì Peluso e R. Schumann 
  • EP.11: Ario Nikolaus Sgroi e F. Schubert Dalla Sonata per pianoforte in La Maggiore D 537 Op. 164 andantino Mov. II - Allegretto quasi
  • EP.12: Hildegard De Stefano e J.S. Bach Dal Concerto per due violini, archi e basso continuo in re minore BWV 1043 Mov. II – Largo ma non troppo

 

:uk: Google translator

Spoiler

 

Rai Official Press

 

"La Compagnia del Cigno" becomes "La Musica della Compagnia" and lands on RaiPlay

 

From April 23 12 video-tales in which we talk about the aggregating power of music


With La Compagnia del Cigno, created by Ivan Cotroneo, we learned to love classical music through the notes and stories of Matteo, Domenico, Barbara, Sofia, Robbo, Sara and Rosario, students of the Giuseppe Verdi Conservatory in Milan. Today the seven protagonists of the series arrive online on RaiPlay to tell us about their relationship with the music and composers they love most. "La Musica della Compagnia" is a collection of twelve short episodes created by Ivan Cotroneo in which the young performers of the Compagnia del Cigno talk about themselves and accompany us on a journey through music and emotions: from Tchaikovsky's Violin Concerto to 'Adagio of Mozart's Concerto n.5, from Liszt's Hungarian Rapsodia n.13 to Debussy and Schubert's world, Chiara Pia Aurora, Hildegard De Stefano, Emanuele Misuraca, Leonardo Mazzarotto, Fotinì Peluso, Ario Sgroi and Francesco Tozzi - musicians in the real life as well as in fiction - they will tell their favorite composers and perform some of their most famous songs. "La musica della Compagnia" will be online on RaiPlay from 23 April.

 

In addition, from April 29 the episodes of the first season of La Compagnia del Cigno will air on Rai2, the series focused on the lives of seven teenagers very different from each other in terms of extraction, temperament, strengths and weaknesses that attend the Conservatory of Milan . Everyone has a talent and a dream, and pursues it with all his might. Between the lessons with the severe professor Marioni and family affairs, the series develops an epic, dazzling, moving, funny story about the history of music, about the salvation that derives from art, talent, commitment, friendship, first encounters with the major issues of life: love, disease, death, injustice, victory, defeat.


In the cast - in addition to the seven boys played by Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca and debutants Leonardo Mazzarotto, Ario Sgroi, Francesco Tozzi, Hildegard De Stefano and Chiara Pia Aurora - Alessio Boni, Anna Valle, Alessandro Roia, Carlotta Natoli, Francesca Cavallin, Stefano Dionisi, Angela Baraldi, Barbara Chichiarelli, Rocco Tanica, Giorgio Pasotti and Marco Bocci and with the participation of Giovanna Mezzogiorno. The series, written by Ivan Cotroneo and Monica Rametta and directed by Ivan Cotroneo, is produced by Indigo Film in collaboration with Rai Fiction.


The company's music on RaiPlay:

EP.1: Leonardo Mazzarotto and W.A. Mozart From the Concert n. 5 for violin and orchestra in A Maggiore K 219
EP.2: Chiara Pia Aurora and C. Saint-Saëns From the Carnival of the Animals The swan
EP.3: Emanuele Misuraca and F. Chopin Polacca in A flat major for piano op. 53 "Heroic"
EP.4: Hildegard De Stefano and P.I. Tchaikovsky From the Concerto for violin and orchestra in D Major op.35
EP.5: Ario Nikolaus Sgroi and C. Debussy From 12 Studies for piano L 136 Study n. 6 "for the eight fingers"
EP.6: Francesco Tozzi and The Battery
EP.7: Leonardo Mazzarotto and L.V. Beethoven Romance in G Major for violin and orchestra op. 40
EP.8: Chiara Pia Aurora and G. Verdi From "La Traviata" Prelude Act I
EP.9: Emanuele Misuraca and F. Liszt Hungarian Rhapsody for piano n.13 S 244 Mov. II - Adagio Mov. II - Song
EP.10: Fotinì Peluso and R. Schumann
EP.11: Ario Nikolaus Sgroi and F. Schubert From the Piano Sonata in A Maggiore D 537 Op. 164 andantino Mov. II - Almost allegretto
EP.12: Hildegard De Stefano and J.S. Bach Dal Concerto for two violins, strings and basso continuo in D minor BWV 1043 Mov. II - Wide but not too large

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

INSTAGRAM

 

spettacoloitaliano

Una delle fiction italiane più amate e seguite del 2019 sta per tornare!

#LaCompagniadelCigno torna su #Rai2 dal 29 aprile.

Ecco il backstage della prima stagione!

 

One of the most loved and followed Italian fiction of 2019 is about to return!

#LaCompagniadelCigno returns to # Rai2 from April 29.

Here is the backstage of the first season!

 

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Radio Corriere TV

SETTIMANALE DELLA RAI RADIO TELEVISIONE ITALIANA

  • numero 17 anno 89
  • 27 aprile 2020

PDF https://www.rai.it/dl/doc/1587980796585_RDTVn17_compressed 2.pdf

 

page 20, 21

La Compagnia del Cigno

 

Sono sette come le note e, come le note, da soli, non fanno una musica, ma insieme compongono una melodiosa armonia. Sono i ragazzi de "La Compa-gnia del Cigno", la fiction scritta e diretta da Ivan Cotroneo, che firma i soggetti e le sceneggiature con Moni-ca Rametta, in onda su Rai2 da mercoledì 29 aprile. Matteo, Barbara, Domenico, Sara, Robbo, Sofia e Rosario sono sette ragazzi, tra i 15 e i 18 anni, diversi tra loro per tempe-ramento, estrazione sociale e provenienza. Tutti frequen-tano il conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e suonano strumenti differenti nell'orchestra diretta dal maestro Luca Marioni, soprannominato "il bastardo" per i suoi metodi duri e inflessibili, che da loro pretende il massimo perché, come spesso ripete, non ama allevare cavalli zoppi. I protagonisti devono misurarsi con le difficoltà della vita, con le famiglie, con le regole e la disciplina imposte dalla prestigiosa scuo-la. All'inizio ognuno di loro è solo, concentrato a coltivare un'ambizione che sembra soprattutto individuale. Poi però, con l'arrivo a metà anno scolastico di Matteo, un ragazzo proveniente dalla terremotata Amatrice, le cose cambiano. Sarà infatti il maestro Marioni a costringerli a esercitarsi insieme per dare supporto al nuovo arrivato. La vicinanza e l'affetto che i giovani musicisti iniziano a sperimentare nello stare insieme li porterà a stringere un patto d'amici-zia che si chiama "Compagnia del Cigno", in onore del Cigno di Busseto Giuseppe Verdi, e a trovare nel confronto con gli altri, nella condivisione di gioie e dolori, la forza per superare le prove più dure della vita e della loro adolescen-za. Intorno ai sette giovani si muovono le loro famiglie e, soprattutto, i loro maestri, primo fra tutti lo stesso Marioni, con la sua tragica storia personale. Musica e amicizia sono i due perni di questa serie che racconta una generazione, quella degli adolescenti di oggi, troppo spesso incompre-sa e descritta come indolente e priva di passioni. I prota-gonisti sono invece determinati e appassionati, fragili ma pronti a giocare le loro carte fino in fondo. Soprattutto so-no ragazzi che scoprono l'importanza della condivisione, della partecipazione, del confronto. La fiction insegna che i maestri, i punti di riferimento, le guide, sono indispensabili per poter crescere, cambiare, guardare in faccia la realtà, affrontare problemi e dolori, anche quando il rapporto con loro è estremamente conflittuale, come quello tra i ragazzi e il loro maestro Marioni. Un racconto contemporaneo che si sviluppa in una città, Milano, che per la prima volta vie-ne utilizzata come sfondo di una serie tv. Luoghi, cultura e valori ambrosiani sono componenti essenziali della fiction e, come la fiction, dimostrano che è possibile coniugare sto- ria e tradizione con la modernità. Così come Milano appare con i suoi nuovi quartieri ricchi di avveniristici grattacieli accanto a quelli fatti di case di ringhiera e palazzi d'epoca, i ragazzi della Compagnia del Cigno, tutti veri giovani mu-sicisti selezionati nei conservatori italiani dove studiano, alterneranno pezzi classici dei grandi compositori del pas-sato a numerosi brani pop, rigorosamente suonati e cantati dai protagonisti. Nel cast, oltre ai sette ragazzi interpretati da Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca e dagli esordienti Le-onardo Mazzarotto, Ario Sgroi, Francesco Tozzi, Hildegard De Stefano e Chiara Pia Aurora, ci sono Alessio Boni, nei panni del direttore d'orchestra, Anna Valle, Alessandro Roia, Carlotta Natoli, Francesca Cavallin, Stefano Dionisi, Angela Baraldi, Barbara Chichiarelli, Rocco Tanica, Giorgio Pasot-ti, Marco Bocci e Giovanna Mezzogiorno, che ritorna dopo molto tempo in una serie tv.

La sigla della serie, "Sound Of An Orchestra", è stata composta e cantata da Mika, protago-nista anche di un piccolo cameo.

 

( The theme song of the series, "Sound Of An Orchestra", was composed and sung by Mika, also the protagonist of a small cameo. )

 

RDTV_n17_27_April_202011.thumb.jpg.ed831a8641460d400293d1d726e6681f.jpg

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...
moviestruckers.it
 
:italia:
La Compagnia del Cigno: al via le riprese della seconda stagione

 

 

Sono iniziate a Roma le riprese della seconda stagione della serie Rai La Compagnia del Cigno. Nelle nuove puntate ritroveremo i sette giovani musicisti protagonisti, sempre guidati dall’inflessibile maestro Luca Marioni, alle soglie dell’ingresso nel mondo accademico del Conservatorio, dove la competitività si fa più serrata. Ad accelerare i conflitti l’arrivo di un nuovo maestro, Teoman Kayà, ex allievo dello stesso conservatorio Verdi, vecchio amico di Marioni e di sua moglie Irene, e ora direttore d’orchestra di fama mondiale. L’arrivo di Kayà al Conservatorio e la sua collaborazione con Marioni hanno un fine segreto e a pagarne le conseguenze potrebbero essere sia Marioni e sua moglie Irene, sia i ragazzi, spinti gli uni contro gli altri per far sì che si consumi a loro insaputa una antica vendetta.

 

La prima stagione della serie – che ha raccontato la nascita dell’amicizia tra i sette ragazzi e il loro rapporto speciale con un maestro di musica e di vita mettendo al centro il tema del talento e della disciplina necessaria a svilupparlo – è stata trasmessa su Rai1 nel 2019, raggiungendo picchi di share superiori al 30% e un ascolto medio superiore ai 5.5 milioni. Le riprese della seconda stagione sono iniziate a Roma e proseguiranno a Milano.

Il regista e sceneggiatore Ivan Cotroneo ha dichirato: “Ritrovare questo mondo musicale meraviglioso e avere la possibilità di continuare a raccontare con nuove storie il talento dei ragazzi e l’importanza dei loro Maestri di vita, è un’emozione enorme, e sono profondamente grato di averne l’opportunità. Sarà per noi un ritorno, e insieme una rinascita, come tutto in questo periodo particolare delle nostre vite. Un periodo in cui una storia come questa che racconta l’importanza della condivisione e la necessità dell’impegno, assume ai miei occhi, e credo agli occhi di tutte le persone che lavorano alla serie, nuovi e più profondi significati.”

 

La seconda stagione de La Compagnia del Cigno è scritta e diretta da Ivan Cotroneo, che firma i soggetti e le sceneggiature insieme a Monica Rametta. Prodotta da Indigo Film in collaborazione con Rai Fiction, la serie è composta da 12 episodi da 50 minuti.

Nel cast i sette giovani Leonardo Mazzarotto, Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano, Ario Nikolaus Sgroi, Chiara Pia Aurora, Francesco Tozzi, guidati da Alessio Boni nel ruolo del direttore d’orchestra Luca Marioni, Anna Valle nel ruolo di sua moglie Irene. Insieme a loro, Alessandro Roia, Carlotta Natoli, Francesca Cavallin, Claudia Potenza, Barbara Chichiarelli, Pia Lanciotti, Susy Laude, Vanessa Compagnucci, Haydee Borelli, Fabrizio Coniglio, Angela Baraldi, Michele Rosiello, Pasquale Di Filippo, Lorenzo Aloi, Sofia Iacuitto, Giacomo Del Papa, Ruben Giuliani, Marta Pizzigallo, Andrea Matacena, Anna Nagai, con la partecipazione di Rocco Tanica, di Francesco Maria Tricarico e altre apparizioni speciali di celebri musicisti italiani e stranieri. Il ruolo dell’antagonista Teoman Kayà è affidato a Mehmet Günsür, nato a Istanbul e naturalizzato italiano, che ha debuttato al cinema con Il bagno Turco di Ferzan Ozpetek ed è attualmente protagonista assoluto della serie internazionale The Gift.

 

Nel cast tecnico, Luca Bigazzi per la fotografia, Ilaria Fraioli per il montaggio, Rossano Marchi per i costumi, Monica Sironi per la scenografia, produttore musicale Stefano Cenci. Gabriele Roberto comporrà le musiche originali e gli arrangiamenti sinfonici dei brani pop che saranno interpretati dai sette protagonisti.

 

:uk: by Google translator

 

The Compagnia del Cigno: filming for the second season


 

The shooting of the second season of the Rai La Compagnia del Cigno series has started in Rome. In the new episodes we will find the seven young musicians protagonists, always guided by the inflexible maestro Luca Marioni, on the threshold of entry into the academic world of the Conservatory, where competitiveness becomes stronger. Accelerating the conflicts is the arrival of a new teacher, Teoman Kayà, a former pupil of Verdi's conservatory, an old friend of Marioni and his wife Irene, and now a world-renowned conductor. The arrival of Kayà at the Conservatory and his collaboration with Marioni have a secret purpose and to pay for the consequences could be both Marioni and his wife Irene, and the boys, pushed against each other to ensure that one is consumed without their knowledge. ancient revenge.


The first season of the series - which recounted the birth of the friendship between the seven boys and their special relationship with a music and life teacher focusing on the theme of talent and discipline necessary to develop it - was broadcast on Rai1 in 2019, reaching share peaks of over 30% and an average audience of over 5.5 million. Filming for the second season began in Rome and will continue in Milan.


Director and screenwriter Ivan Cotroneo said: “Finding this wonderful musical world and having the opportunity to continue to tell the talents of the boys and the importance of their Masters of life with new stories is an enormous emotion, and I am deeply grateful to have the opportunity. It will be a return for us, and at the same time a rebirth, like everything in this particular period of our lives. A period in which a story like this that tells the importance of sharing and the need for commitment takes on new and deeper meanings in my eyes, and I believe in the eyes of all the people working on the series. "


The second season of La Compagnia del Cigno is written and directed by Ivan Cotroneo, who signs the subjects and screenplays together with Monica Rametta. Produced by Indigo Film in collaboration with Rai Fiction, the series consists of 12 50-minute episodes.

The seven young Leonardo Mazzarotto, Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano, Ario Nikolaus Sgroi, Chiara Pia Aurora, Francesco Tozzi, led by Alessio Boni in the role of conductor Luca Marioni, Anna Valle in the role of his wife Irene. Together with them, Alessandro Roia, Carlotta Natoli, Francesca Cavallin, Claudia Potenza, Barbara Chichiarelli, Pia Lanciotti, Susy Laude, Vanessa Compagnucci, Haydee Borelli, Fabrizio Coniglio, Angela Baraldi, Michele Rosiello, Pasquale Di Filippo, Lorenzo Aloi, Sofia Iacuitto, Giacomo Del Papa, Ruben Giuliani, Marta Pizzigallo, Andrea Matacena, Anna Nagai, with the participation of Rocco Tanica, Francesco Maria Tricarico and other special appearances by famous Italian and foreign musicians. The role of the antagonist Teoman Kayà is entrusted to Mehmet Günsür, born in Istanbul and naturalized Italian, who made his film debut with Ferzan Ozpetek's Turkish Bath and is currently the absolute protagonist of the international series The Gift.


In the technical cast, Luca Bigazzi for photography, Ilaria Fraioli for editing, Rossano Marchi for costumes, Monica Sironi for scenography, music producer Stefano Cenci. Gabriele Roberto will compose the original music and symphonic arrangements of the pop songs that will be interpreted by the seven protagonists.

 

  • Like 3
Link to post
Share on other sites
  • 2 months later...
  • 1 month later...

the Diversity Media Award 2020

:italia:

#LaCompagniaDelCigno di @ivancotroneo1

vince come miglior serie italiana ai Diversity Media Award 2020, riconoscimento che premia una rappresentazione valorizzante della diversità. Ne siamo molto orgogliosi! Grazie a tutti quelli che ci hanno votato #StayDifferent #DMA2020

 

:uk:

#LaCompagniaDelCigno by @ivancotroneo1

wins as best Italian series at the Diversity Media Award 2020, an award that rewards an appreciating representation of diversity. We are very proud of it! Thanks to everyone who voted us #StayDifferent #DMA2020

 

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
  • 4 months later...

Finally La compagnia del cigno 2 begin on 11 April, 2021 !!

 

Here is an interview with Ivan Cotroneo.

 

TV Sorrisi e Canzoni – 06 aprile 2021

:italia:

«METTIAMO ALLA PROVA L’AMICIZIA»

 

Dietro al successo della serie, tra le più viste del 2019, c’è Ivan Cotroneo, regista, autore e sceneggiatore (assieme a Monica Rametta).

 

«Per scrivere la seconda stagione siamo partiti dall’amicizia dei sette ragazzi, ai quali se ne aggiungeranno altri, tutti musicisti veri. Ci siamo chiesti se questi rapporti, iniziati da piccoli, resistano nel tempo, quando devi competere per un lavoro o una borsa di studio. La messa alla prova di questo legame è diventato il tema della seconda stagione e si riflette anche nelle storie degli adulti».

 

Come sono andate le riprese?

 

«Abbiamo girato da luglio a ottobre a Milano, seguendo scrupolosamente i protocolli anti-Covid: controlli continui, distanze di sicurezza, tamponi prima delle scene di intimità e numero limitato di comparse sul set. Ma avevamo molta voglia di lavorare ed eravamo tutti super responsabili».

 

Ci sono stati momenti difficili?

 

«Tutto quello che non si vede nelle scene è stato complicato: dietro le quinte eravamo tutti bardati con visiere, coperture e addirittura tute e camici per chi era più a contatto con gli attori. Sono stati giorni faticosi, caldissimi, ma non li abbiamo sentiti come tali per il desiderio di normalità che si esprimeva anche nella testardaggine di lavorare nonostante la fatica».

 

Come ha fatto per le scene dei concerti?

 

«Dove si vedono delle comparse attive, sono tutte “tamponate”, ma sono in numero limitato. Nella platea dei concerti con 700 posti ci piaceva che la sala fosse piena e abbiamo usato degli effetti speciali. Più avanti si vedrà un concerto di Mika, ma è stato girato prima di iniziare le riprese e della pandemia, a fine gennaio del 2020. È un vero concerto fatto in Italia, con persone reali».

 

Ci sarà una terza stagione?

 

«Noi per scaramanzia non ci abbiamo ancora pensato, ma è una storia corale e io e Monica riteniamo che quello della musica classica sia un mondo meraviglioso con ancora tante storie da raccontare».

 

 

:uk:

"LET'S TEST FRIENDSHIP"

 

Behind the success of the series, one of the most viewed of 2019, is Ivan Cotroneo, director, author and screenwriter (together with Monica Rametta).

 "To write the second season we started from the friendship of the seven boys, to which others will be added, all real musicians. We wondered if these relationships, started as a child, last over time, when you have to compete for a job or a scholarship. Testing this bond has become the theme of the second season and is also reflected in the stories of adults ».

 

How did the shooting go?

 

“We shot from July to October in Milan, scrupulously following the anti-Covid protocols: continuous checks, safety distances, tampons before the scenes of intimacy and a limited number of extras on the set. But we really wanted to work and we were all super responsible ».

 

Were there any difficult times?

 

“Everything that is not seen in the scenes was complicated: behind the scenes we were all dressed up with visors, covers and even overalls and gowns for those who were more in contact with the actors. They were tiring days, very hot, but we did not feel them as such due to the desire for normality which was also expressed in the stubbornness to work despite the fatigue ».

 

How did you go about the concert scenes?

 

«Where active extras are seen, they are all" buffered ", but they are limited in number. In the 700-seat concert hall we liked that the hall was full and we used special effects. Later you will see a concert by Mika, but it was filmed before shooting and the pandemic began, at the end of January 2020. It is a real concert done in Italy, with real people ».

 

Will there be a third season?

 

"We haven't thought about it yet, out of luck, but it's a choral story and Monica and I believe that classical music is a wonderful world with still many stories to tell".

 

 

825426431_p2223.thumb.jpg.e2e0d10aa2c982d7f70d6a790895ffdd.jpg

 

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

Radiocorriere TV

N.14 - Anno 90

page- 9

 

La Compagnia del Cigno 2

:italia:

La fiction di Ivan Cotroneo ritorna su Rai1 e, in un momento storico eccezionale, lancia attraverso la musica e la passione il suo messag - gio di unione, di forza, di comunione.

Dall’11 aprile in prima serata

 

Un racconto epico e com - movente sull'amicizia, sul talento, sull'impe - gno, sulla salvezza che deriva dalla musica, sulla diffi - coltà e sulla bellezza di diven - tare grandi. Nelle nuove puntate ritroveremo protagonisti i sette giovani musicisti, sempre guidati dall’inflessibile maestro Luca Ma - rioni, alle soglie dell’ingresso nel mondo accademico del Conserva - torio, dove la competitività si fa più serrata. Ad accelerare i conflit - ti l'arrivo di un nuovo maestro, Te - oman Kayà, ex allievo dello stesso conservatorio Verdi, vecchio amico di Marioni e di sua moglie Irene, e ora direttore d'orchestra di fama mondiale. L'arrivo di Kayà al Con - servatorio e la sua collaborazione con Marioni hanno un fine segre - to e a pagarne le conseguenze potrebbero essere sia il maestro e sua moglie Irene, sia i ragazzi, spinti gli uni contro gli altri per far sì che si consumi a loro insa - puta un’antica vendetta.

La serie è diretta da Ivan Cotroneo, che fir - ma i soggetti e le sceneggiature insieme a Monica Rametta. Con Alessio Boni, Anna Valle, Mehmet Gunsur e i giovani interpreti Leo - nardo Mazzarotto, Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano, Ario Nikolaus Sgroi, Chia - ra Pia Aurora, Francesco Tozzi. In sei serate in onda su Rai1 dall’11 aprile in prime time.

 

:uk:

Ivan Cotroneo's fiction returns to Rai1 and, in an exceptional historical moment, launches its message of union, strength and communion through music and passion.

From 11 April in prime time

 

An epic and compelling tale about friendship, talent, commitment, the salvation that comes from music, the difficulty and beauty of growing up. In the new episodes we will find the seven young musicians as protagonists, always led by the inflexible maestro Luca Marioni, on the threshold of entering the academic world of the Conserva - torio, where competitiveness becomes tighter. The conflict is accelerated by the arrival of a new teacher, Te - oman Kayà, a former pupil of the same Verdi conservatory, an old friend of Marioni and his wife Irene, and now a world famous conductor. The arrival of Kayà at the Con - servatory and her collaboration with Marioni have a secret purpose and the consequences could be both the teacher and his wife Irene, and the boys, pushed against each other to ensure that it consumes an ancient revenge on them.
The series is directed by Ivan Cotroneo, who writes the subjects and the scripts together with Monica Rametta. With Alessio Boni, Anna Valle, Mehmet Gunsur and the young performers Leo - nardo Mazzarotto, Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano, Ario Nikolaus Sgroi, Chia - ra Pia Aurora, Francesco Tozzi.
In six evenings broadcast on Rai1 from 11 April in prime time.

 

radiocorrieretv_rai.it_n-14-anno-90_p.9.thumb.jpg.2b1f921d8aea6592ca1dd82118510086.jpg

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Ufficio Stampa Rai

 

Su Rai1 "La Compagnia del Cigno 2"

:italia:

Con Alessio Boni e Anna Valle sei prime serate da domenica 11 aprile

 

Nuove storie e nuove sfide attendono i sette giovani musicisti del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano che guidati come sempre dall’inflessibile Maestro Marioni (Alessio Boni), tornano su Rai1 nell’attesissimo secondo capitolo della serie “La Compagnia del Cigno”. Sei prime serate in onda da domenica 11 aprile per raccontare il talento, l’entusiasmo, l’impegno, ma anche l’enorme fatica di crescere di un gruppo di adolescenti, uniti dall’amore per la musica e da un patto di amicizia. Un romanzo di formazione a puntate di Ivan Cotroneo, scritto dal regista insieme a Monica Rametta, che in questa seconda stagione vedrà, tra le molte novità, anche la partecipazione speciale di celebri musicisti italiani e stranieri come Mika, Malika Ayane, Ornella Vanoni e Francesco Gabbani e l’ingresso di un nuovo personaggio interpretato da Mehmet Gunsur, il Maestro Teoman Kayà, ex allievo dello stesso conservatorio Verdi che, spinto da antichi rancori e da sete di vendetta, metterà a dura prova i legami di amicizia, rispetto e lealtà tra i protagonisti. Con Alessio Boni nei panni del maestro Marioni e Anna Valle in quelli di sua moglie Irene, Leonardo Mazzarotto, Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano, Ario Nikolaus Sgroi, Chiara Pia Aurora. Nel cast anche Francesco Tozzi, Alessandro Roia, Carlotta Natoli, Francesca Cavallin, Claudia Potenza, Rocco Tanica, Angela Baraldi, Pia Lanciotti e Barbara Chichiarelli. “La Compagnia del Cigno 2” è una produzione Indigo Film in collaborazione con Rai Fiction; la distribuzione internazionale è di Rai Com, l’opera è realizzata con il patrocinio del Comune di Milano.


La prima serie, andata in onda su Rai1 dal gennaio 2019, oltre ad aver ottenuto un grande successo di pubblico, anche tra le fasce più giovani, ha vinto importanti premi e riconoscimenti come quello di “ Senato & Cultura” (“La Rai con La Compagnia del Cigno accresce la conoscenza del patrimonio artistico-culturale italiano attraverso la valorizzazione di giovani talenti e di eccellenze italiane”), il Giffoni Experience Award - Premio per la valorizzazione del mondo dei ragazzi e il Diversity Media Award - Miglior serie italiana.
 

:uk:

With Alessio Boni and Anna Valle first evenings from Sunday 11 April


New stories and new challenges await the seven young musicians of the Giuseppe Verdi Conservatory in Milan who, guided as always by the inflexible Maestro Marioni (Alessio Boni), return to Rai1 in the highly anticipated second chapter of the series "La Compagnia del Cigno". Six first evenings on air from Sunday 11 April to tell the story of talent, enthusiasm, commitment, but also the enormous effort of growing up of a group of teenagers, united by love for music and a pact of friendship. A serial coming-of-age novel by Ivan Cotroneo, written by the director together with Monica Rametta, which in this second season will see, among the many novelties, also the special participation of famous Italian and foreign musicians such as Mika, Malika Ayane, Ornella Vanoni and Francesco Gabbani and the entry of a new character played by Mehmet Gunsur, Maestro Teoman Kayà, a former student of the same Verdi conservatory who, driven by ancient grudges and a thirst for revenge, will put a strain on the bonds of friendship, respect and loyalty between the protagonists. With Alessio Boni in the role of the master Marioni and Anna Valle in those of his wife Irene, Leonardo Mazzarotto, Fotinì Peluso, Emanuele Misuraca, Hildegard De Stefano, Ario Nikolaus Sgroi, Chiara Pia Aurora. In the cast also Francesco Tozzi, Alessandro Roia, Carlotta Natoli, Francesca Cavallin, Claudia Potenza, Rocco Tanica, Angela Baraldi, Pia Lanciotti and Barbara Chichiarelli. “La Compagnia del Cigno 2” is an Indigo Film production in collaboration with Rai Fiction; international distribution is by Rai Com, the work is made under the patronage of the Municipality of Milan.


The first series, aired on Rai1 since January 2019, in addition to having achieved great success with the public, even among the younger Compagnia del Cigno increases the knowledge of the Italian artistic and cultural heritage through the enhancement of young talents and Italian excellence "), the Giffoni Experience Award - Award for the enhancement of the world of children and the Diversity Media Award - Best Italian series.

 

 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Corriere della Sera

:italia:«La compagnia del Cigno 2», ritorno al Conservatorio  

 

Dall’11 aprile su Raiuno seconda stagione della serie. Il regista Cotroneo:

«Ho seguito la crescita dei sette studenti-amici».

Tra i camei, malika Ayane e Ornella Vanoni

 

Tutti per una (la musica classica). Una per tutti. Torna, da domenica in prima serata su Rai1, La compagnia del Cigno, seconda stagione della serie in sei puntate sui sette studenti del conservatorio Giuseppe Verdi di Milano guidati dal maestro Luca Marioni (Alessio Boni).

Nuovo capitolo per il teleromanzo di formazione di Ivan Cotroneo (scritto con Monica Rametta e prodotto da Indigo con Raifiction) a due anni dalla prima stagione.

 

«Lì — spiega Cotroneo — abbiamo raccontato la nascita dell’amicizia tra i ragazzi. Li ritroviamo alle soglie della maturità e dell’ingresso nel mondo accademico del conservatorio. La competizione si fa più serrata, le relazioni sentimentali più impegnative, le strade potrebbero anche divergere».

 

Per dirla con Marioni:

«Cercate di restare amici, è la più grande battaglia che dovete combattere».

La vita bussa e fa pure male. Lo sanno bene gli adulti del gruppo: Marini/Boni, sua moglie Irene Valeri (Anna Valle), e l’ultimo arrivato, l’ex allievo diventato grande direttore d’orchestra Teoman Kayà (Mehmet Gunsur). Certe amicizie, come gli amori, non finiscono. Fanno giri immensi e poi ritornano. E riaprono vecchie ferite. La narrazione tocca corde inaspettate. A anche i genitori dei ragazzi vivranno giorni tumultuosi.

 

Ma al centro ci sono loro, i sette della compagnia. Matteo (Leonardo Mazzarotto), Barbara (Fotinì Peluso), Domenico (Emanuele Misuraca), Sara (Hildegard De Stefano), Robbo (Ario Nikolas Sgroi), Sofia (Chiara Pia Aurora), Rosario (Francesco Tozzi). Cresciuti, come gli attori che li interpretano.

 

«C’è un film che amo molto, Boyhood di Richard Linklater, che segue la crescita di un ragazzo. Seguire le loro trasformazioni, in sintonia con il loro personaggio, i cambiamenti fisici, la loro attitudine, è stato un regalo. Siamo cresciuti insieme». I diretti interessati confermano.

 

«All’inizio, l’idea di un gruppo di sette mi preoccupava, non era scontato creare la sintonia necessaria — racconta Fotinì Peluso —. Eppure c’è, non è finzione. Non ho mai avuto un gruppo così coeso, mi sono resa conto quest’anno, con la pandemia, quanto sia importante poter contare su amici solidi. Così come ho riscoperto il potere della musica. Sono un po’ la pecora nera del gruppo, non ho fatto il conservatorio ma fin da piccola ho studiato pianoforte. Suonare mi ha fatto star bene». Le note sono state un collante.

 

«L’incursione nella recitazione non li ha distratti dalla musica», assicura Cotroneo.

Leonardo Mazzarotto, romano, classe 1998, dopo la laurea triennale in violino al Conservatorio Santa Cecilia, ora studia per la magistrale.

 

«Il rapporto con la musica è imprescindibile, ma lascia spazio anche per altre cose. Sto facendo provini. E oggi (ieri, ndr) esce In ascolto, raccolta di pensieri e poesie per La Nave di Teseo».

Stesso percorso di studi, stessa casa editrice per Hildegard De Stefano, milanese, 23 anni per il suo Diario Musicale, accompagnato da un album di registrazioni.

«Tutto mi riporta alla musica. Noi siamo stati fortunati, in questo periodo in cui tutto era fermo con la scelta dello streaming, lontano dalla sua dimensione naturale. Abbiamo girato scene di concerti mentre il settore era fermo. Un auspicio». Bloccate nel febbraio scorso dall’emergenza sanitaria, le riprese sono ripartite in estate.

 

«I protocolli ci hanno fatto lavorare in sicurezza— precisa Cotroneo —. Vedremo classi piene e concerti affollati. Grazie ad accorgimenti scenografici ed effetti speciali. L’augurio è che lo spettacolo dal vivo torni a essere una realtà».

Diverse le collaborazioni con realtà musicali, in primis con il Verdi e l’associazione Orchestra giovanile di Roma. Spazio anche alla lirica. E alla musica leggerissima. Con versioni sinfoniche di successi di Vasco Rossi, Gino Paoli, Riccardo Cocciante, Mia Martini.

E camei di artisti come Ornella Vanoni, Malika Ayane, Francesco Gabbani.

«E Mika, oltre a firmare la sigla, è protagonista di un live».

 

:uk:«The company of the Swan 2», return to the Conservatory


From 11 April on Raiuno, the second season of the series. Director Cotroneo:

"I followed the growth of the seven student-friends."

Among the cameos, malika Ayane and Ornella Vanoni


All for one (classical music). One for all. The Swan Company, the second season of the series in six episodes on the seven students of the Giuseppe Verdi Conservatory in Milan led by Maestro Luca Marioni (Alessio Boni), returns from Sunday in prime time on Rai1.

New chapter for Ivan Cotroneo's coming-of-age television novel (written with Monica Rametta and produced by Indigo with Raifiction) two years after the first season.


"There - explains Cotroneo - we talked about the birth of friendship between the boys. We find them on the threshold of maturity and entry into the academic world of the conservatory. The competition becomes tighter, the romantic relationships more demanding, the roads could also diverge ».

To put it with Marioni:
"Try to be friends, it's the biggest battle you have to fight."

Life knocks and it hurts too. The adults of the group know this well: Marini / Boni, his wife Irene Valeri (Anna Valle), and the latest arrival, the former pupil who became a great conductor Teoman Kayà (Mehmet Gunsur). Some friendships, like loves, don't end. They make huge turns and then come back. And old wounds reopen. The narrative touches unexpected chords. Even the parents of the children will experience tumultuous days.


But at the center are them, the seven of the company. Matteo (Leonardo Mazzarotto), Barbara (Fotinì Peluso), Domenico (Emanuele Misuraca), Sara (Hildegard De Stefano), Robbo (Ario Nikolas Sgroi), Sofia (Chiara Pia Aurora), Rosario (Francesco Tozzi). Grown up, like the actors who play them.


“There is a film that I love very much, Richard Linklater's Boyhood, which follows the growth of a boy. Following their transformations, in tune with their character, the physical changes, their attitude, was a gift. We grew up together". Those directly involved confirm.


"At first, the idea of a group of seven worried me, it was not obvious to create the necessary harmony - says Fotinì Peluso -. Yet there is, it is not fiction. I have never had such a close-knit group, I realized this year, with the pandemic, how important it is to be able to count on solid friends. Just as I rediscovered the power of music. I am a bit of the black sheep of the group, I did not go to the conservatory but since I was a child I studied piano. Playing made me feel good ». The notes were a glue.


"The foray into acting did not distract them from the music," assures Cotroneo.
Leonardo Mazzarotto, born in Rome in 1998, after graduating in violin at the Santa Cecilia Conservatory, is now studying for the master's degree.


«The relationship with music is essential, but it also leaves room for other things. I'm doing auditions. And today (yesterday, ed) comes In listening, a collection of thoughts and poems for La Nave di Teseo ».

Same course of study, same publishing house for Hildegard De Stefano, from Milan, 23 years old for her Musical Diary, accompanied by an album of recordings.
“Everything brings me back to music. We were lucky, in this period when everything was stopped with the choice of streaming, far from its natural dimension. We shot concert scenes while the industry was down. An auspice ». Blocked in February by the health emergency, shooting resumed in the summer.


«The protocols made us work in safety - explains Cotroneo -. We will see full classes and crowded concerts. Thanks to scenographic devices and special effects. The hope is that the live show will become a reality again ".

Several collaborations with musical realities, primarily with Verdi and the Youth Orchestra of Rome. Space also for opera. And to the lightest music. With symphonic versions of hits by Vasco Rossi, Gino Paoli, Riccardo Cocciante, Mia Martini.

And cameos by artists such as Ornella Vanoni, Malika Ayane, Francesco Gabbani.

«And Mika, in addition to signing the theme song, and the protagonist of a live».

 
8 aprile 2021 (modifica il 8 aprile 2021 | 19:52)
777175763_2021_04.09_CorrieredellaSera.thumb.jpg.0fddf803fb979557ae45e5d9613220ac.jpg
 
Controneo mentions a film "Boyfood"
 
 
Edited by Kumazzz
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.
Note: Your post will require moderator approval before it will be visible.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...

Important Information

Privacy Policy